Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente

Shares

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente?! 

Tanto è piacevole viaggiare sui treni ad alta velocità della compagnia spagnola Renfe, quanto è un inferno prenotare i biglietti sul loro sito!

È difficile capire come un sistema che appare così bene organizzato nella pratica – con stazioni che sembrano aeroporti, accesso al binario solo previa esibizione del biglietto – possa corrispondere ad un lento e macchinoso processo informatico sul web. Pensare che i treni AVE spagnoli sono tra i 10 più veloci al mondo, oltre ad essere così comodi!

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente

Ciò detto la cosa è più che fattibile. Dopo 2 viaggi andata e ritorno in famiglia, uno fino a Girona e l’altro fino a Valencia, e diverse prenotazioni per lavoro, non posso che confermarvelo. Qualche consiglio però è d’obbligo! 

Renfe e la sicurezza ai tempi del Covid

Come per gli aerei, così anche prendere il treno può spaventare. Decidi in piena libertà se viaggiare o meno in treno in questo periodo. Leggi le note del sito Renfe sulle misure adottate ai tempi del Covid e guarda il video esplicativo sul loro sito!

Pochi, ma fondamentali, consigli

Armatevi di tempo e tanta pazienza. Non è certo cosa da fare gli ultimi 5 minuti prima di uscire!

Iniziate andando sul sito renfe.com. Sappiate che in ogni momento potrebbe capitare di perdere tutti i dati immessi e selezionati fino a quel punto. Per questo vi suggerisco di registrarvi come utente del sito. Potete farlo cliccando in alto a destra sulla scritta “Clientes Renfe. Identificate”.

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente

Questo allungherà di poco i tempi ma in compenso vi permetterà, se qualcosa va storto, di riaccedere più velocemente, controllare se l’operazione è andata a buon fine (ndr: ce stanno i biglietti elettronici??) modificare, o eventualmente cancellare, la prenotazione. 

Potete, inoltre, scegliere la lingua in alto cliccando sulla parola benvenuto nella lingua scelta, ad esempio “Welcome” per l’inglese. Se le vostre abilità in inglese e la vostra comprensione maccheronica dello spagnolo si equivalgono, vi consiglio di lasciare spagnolo. Tanto poi anche nella versione inglese alcune voci tornano spagnole! 

MINI GLOSSARIO

Di seguito elenco per voi un miniglossario dei termini spagnoli che compariranno sul portale Renfe:

  • Ida: Andata
  • Vuelta: Ritorno
  • Origen: Luogo di partenza
  • Destino: Destinazione
  • Dia Antes: Giorni precedenti
  • Dia Despues: Giorni successivi
  • Trajecto: Tratta
  • Correo Electronico: Email
  • Nombre: Nome
  • Apellidos: Cognome
  • Tipo de Documento: Tipo di documento
  • Numero de Documento: Numero di documento
  • Direccion: Indirizzo
  • Codigo Postal: Codice postale
  • Poblacion: Città
  • Provincia: Provincia
  • Pais: Stato

Il segreto per spuntare buone tariffe SUi treni a LUNGA PERCORRENZA

Per spuntare buone tariffe sui treni a lunga percorrenza ad alta velocità è molto importante prenotare in anticipo. Tenete presente che i biglietti, di norma, vengono messi in vendita circa da 120 giorni prima per le tratte internazionali. Pertanto a metà gennaio si può prenotare fino a metà aprile, ad esempio. Per le tratte nazionali queste tempistiche possono diminuire a seconda della tratta e tipo di treno, mediamente calcolate un 60 giorni prima per la tratta Barcellona-Valencia ad esempio, ma una controllatina anche i giorni prima non guasta!

Se per voi il prezzo è molto importante vi consiglio di monitorare anche l’orario in cui viene caricata la nuova data. In linea di massima mi sembra che vengano caricati  verso mezzanotte ora spagnola (e quindi italiana) ma l’orario può variare, quindi prestate attenzione e fate delle prove i giorni prima di quando comparirà la data di vostro interesse!

Bambini: fino a quando non pagano e riduzioni

La buona notizia, poi, è che i bimbi sotto i 4 anni non pagano, a meno che vogliate per forza un posto tutto per loro a sedere. Tenete presente che i posti a sedere sono più larghi di quelli dei treni italiani, anche in seconda classe. Noi, alzando il bracciolo di mezzo, riuscivamo a stare seduti in tre senza nemmeno prendere in braccio nostra figlia di tre anni e mezzo.

I bimbi dai 4 ai 13 anni invece hanno una riduzione del 40% circa sulla tariffa piena. 

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE: step by step

Dopo aver impostato la ricerca nella prima schermata di renfe.com vi appariranno tutte le opzioni disponibili di treni e orari.

Selezionate la tratta (“TRAYECTO“) che fa al caso vostro, e cliccateci sopra. Comparirà una stringa con ulteriori dettagli e i prezzi disponibili per la seconda e la prima classe. Per ogni classe esiste più di una tariffa. Come per i biglietti italiani, esiste una tariffa più bassa ma restrittiva, ed una più cara, che offre maggiore flessibilità in caso di cambio o cancellazione.

Selezionate la tariffa prescelta di andata e ritorno e poi cliccate su “CONTINUAR“. 

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente

Tariffe e sconti disponibili

Generalmente la tariffa più conveniente – la cui disponibilità si esaurisce molto in fretta  – si chiama “ESENCIAL“. Il biglietto non si può rimborsare e cambiandolo pre partenza si perde il 50% del suo valore. La tariffa “FLEXI“, invece, consente il cambio gratuito entro 24h prima della partenza, e dopo la possibilità di cambiarlo con trattenuta del 10%.

Ora, nella nuova schermata che compare alla voce “TARIFAS Y DISCUENTO DISPONIBLES“, selezionate dal menu a tendina la tariffa prescelta “Esencial o Flexi” e abbinatela al tipo di passeggero “Adulto” o “nino” (bambino dai 4 ai 13 anni).

A questo punto è importantissimo scorrere fino a fondo pagina e cliccare su “RECALCULAR EL PRECIO DE LA COMPRA”. Solo così vengono riconfermate le tariffe e viene applicata la riduzione bambino, se del caso. Potrebbe anche capitarvi di vedere il prezzo alzarsi. Questo perchè in questa fase il sistema di Renfe riverifica la tariffa richiesta in tempo reale e, se non più disponibile, compare in automatico il prezzo aggiornato a quella più alta. Un po’ come quando si prenota un aereo.

Come prenotare il treno sul sito spagnolo RENFE e restare sani di mente

Come inserire i dati dei passeggeri

Una volta riconfermato il prezzo sotto, se la tariffa ve lo consente, potrete scegliere il tipo di posto preferito (corridoio, finestrino, etc). Cliccando “CONTINUAR” finalmente arrivate al riepilogo e all’inserimento dei dati passeggero. Anche per i passeggeri italiani inserite un numero di documento, altrimenti vi darà errore. Selezionate come tipo di documento “PASAPORTE O DOCUMENTO COMUNITARIO“. Poi mettete il numero della vostra carta di identità o passaporto: cercate di inserire quello del documento che effettivamente porterete in viaggio con voi!

Ce l’avete quasi fatta: un piccolo segno della croce e…al pagamento!

Eccoci al momento del pagamento, possibile con carta di credito o paypal (con quest’ultimo non ho mai provato). La prima volta ho prenotato il viaggio di andata (Nimes – Valencia) con carta di credito Visa e mi è andata bene!

A proposito, se volete sapere quanto è bella Valencia e le 10 cose da fare potete leggere qui.

Vi racconto la mia esperienza

Qualche giorno dopo sono andata a cercare di acquistare il ritorno. Sono arrivata fino all’inserimento dei dati della carta ma, dopo aver cliccato “PAGAR“, si è aperta una pagina con scritto solo “si è verificato un errore”, con conseguente totale dubbio della sottoscritta se l’operazione fosse andata a buon fine.

L’assistenza clienti telefonica fuori dalla Spagna è quasi impossibile da contattare. Il customer service via Twitter e via email è stato molto lento nel rispondermi. Tanto è vero che ho fatto prima consultando il portale online della carta Visa, nelle ultime operazioni, per notare che l’importo era stato effettivamente addebitato, ma subito dopo cancellato da Renfe. Ho dunque provato il giorno dopo, ma è capitata esattamente la stessa cosa.

Servizio clienti e agenzie “affiliate” in Italia: anche no, grazie!

A questo punto – vinta la mia atavica diffidenza per le agenzie di viaggio, ove peraltro ho lavorato – consulto l’elenco delle agenzie affiliate Renfe in Italia e chiamo la prima. Nessuna risposta. Passo alla seconda: era meglio se non mi rispondevano. L’agente in questione trova difficoltà a caricare le tariffe per cui mi ha praticamente detto che non si poteva fare dopo solo un minuto di telefonata. Io gli ho detto: “va bene, allora richiamo dopo”. E lui: “ma anche dopo non riuscirò a caricare le tariffe”. Io devo aver risposto tipo “Grazie e arrivederci” e poi qualche parolina ironica a sottolineare la sua utilità. Sicuramente sarò stata sfortunata io a parlare con le persone sbagliate, però capirete che non me la sento di consigliarvi questa soluzione per risolvere i vostri eventuali problemi!

Del resto a questo punto la cosa aveva assunto tempi quasi irreali. Comunque il giorno dopo ripeto il processo decidendo di splittare la mia prenotazione di due tratte (Valencia-Tarragona e poi Tarragona Nimes) in due diverse prenotazioni. Acquistando, quindi, prima solo il biglietto Tarragona – Nimes e poi, separatamente, Valencia – Tarragona. In tal modo entrambe le operazioni sono miracolosamente andata a buon fine!!!

La mia era una tratta internazionale in quanto siamo partiti e tornati su Nimes, in Francia. Il treno però è sempre lo stesso fino a Barcellona, senza cambi. Generalmente sono i treni Renfe, non francesi, a percorrerla. Non vi sono controlli o fermi al confine ovviamente. 

Se vi interessa scoprire qualcosa in più sulla vivace cittadina francese di Nimes e sulla sua Arena leggete qui. 

I percorsi dei principali treni veloci in Spagna

Dopo il confine francese il treno passa per magnifiche cittadine spagnole come Figueres, Girona e Barcellona ovviamente. Da Barcellona (ecco delle dritte gastronomiche su questa città) ci si può ricollegare a Madrid sempre con l’AVE, oppure proseguire lungo la costa fino a Tarragona, ultima roccaforte catalana. Giunti al confine della Catalogna i treni proseguono lungo la costa meridionale spagnola fino alla splendida Valencia. Da Madrid, invece, sarà possibile proseguire ancora con l’AVE per l’Andalusia, con collegamento diretto per Malaga.

Perchè vale comunque la pena viaggiare con Renfe

Forse state pensando: ma tu lo rifaresti? Assolutamente sì, perché viaggiare sui treni AVE è veramente rilassante e piacevole, anche – forse soprattutto – con bambini. Qui potete leggere la nostra esperienza in 4.

SPAGNA CON BAMBINI IN TRENO AD ALTA VELOCITà

E voi vi siete mai cimentati a prenotare i treni spagnoli? Avete trovato delle difficoltà o è filato tutto liscio?! Confrontiamoci per trovare delle soluzioni perchè è un peccato rinunciare a viaggiare su questi bellissimi treni veloci solo perchè il loro sito lascia molto a desiderare! Preferisco Trenitalia, il che è tutto dire…

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

51 risposte

  1. Ma quali 120 giorni prima, queste sono informazioni inesatte.
    Oggi ho provato ad acquistare due biglietti; Malaga – Siviglia per il 18 Maggio 2020, nessun treno disponibile e simulando un acquisto, la prima data disponibile è il 21 Gennaio ed oggi siamo al 14 Gennaio 2020

    1. Grazie Alex. Io parlavo dei treni a lunga percorrenza, ma mi sono resa conto che non era del tutto chiaro e ora l’ho specificato. La rotta che guardavi tu è considerato a media percorrenza e servito dagli AVANT (http://www.renfe.com/EN/viajeros/mediadistancia/descuentos_y_abonos/avant/index.html), la versione 2.0 dei nostri treni regionali. Se guardi la rotta Nimes – Girona le date per maggio sono già acquistabili. Per Barcellona – Valencia, invece, escono 60 giorni prima. Peraltro nulla vieta che queste politiche di Renfe cambino nel corso del tempo…per cui mi hai dato una buona occasione per aggiornare questo post!

  2. Molto intressante questo post. Volevo chiedere quanto tempo prima della partenza mettono in vendita i biglietti, io avevo letto 120 giorni prima ma vorrei prendere un biglietto granada-cordoba per il 1 novembre e mi da date non disponibili. Grazie

    1. Massimiliano ci sono tempistiche diverse a secondo del tipo di treno e della tratta. Ad esempio vedevo che Malaga – Cordoba è già in vendita per la tua data, invece Granada – Cordoba è in vendita fino al 14 ottobre (oggi), quindi direi da 45 giorni prima.

  3. Io sto continuando a provare a prenotare, ogni volta che arrivo a pagare mo dice che non ci sono più posti per la tariffa selezionata. Allora ricomincio dalla home per vedere se il prezzo si fosse magari alzato, ma continua a darmi lo stesso, lo seleziono, tutto bene e di nuovo quando faccio per pagare stesso messaggio…sto impazzendo 😟

    1. Occhio, è l’effetto che può fare il sito Renfe! Ho il sentore che sia un baco nel sistema, nel senso che ti permette di selezionare una tariffa che in realtà non è più vendibile! Vedo due possibilità: se hai fretta di prenotare prova a cambiare tariffa, selezionando quella appena più alta disponibile e vedi se così la cosa va in porto. Opzione numero due: aspetta qualche giorno per vedere se il blocco/baco è solo momentaneo e poi quella tariffa si sblocca, oppure la eliminano e trovi direttamente quella più alta…

  4. Ciao Elisa, in questi giorni starò prenotando i biglietti per il viaggio A/R da Siviglia a Granada e da Siviglia a Cordoba. Volevo chiederti se va bene scegliere la tariffa chiamata turista? Perché vedo che il prezzo costa praticamente la meta, solo che il viaggio si allunga un po in compenso…

    1. Ciao! Allora la durata dipende dalla singola soluzione scelta, probabilmente quelle un pò più lunghe costano meno perchè usano treni meno veloci e può valere la pena optare per queste ultime se non hai troppa fretta! “Turista” è la classe che corrisponde alla nostra seconda classe e quindi va benissimo. Le tariffe più convenienti con Renfe di solito sono Promo o Promo + e vanno benissimo, solo occhio che quasi sempre non sono cancellabili o modificabili: leggi bene le condizioni. Oppure, se proprio hai necessità di un biglietto flessibile scegli la tariffa “Flexible”, ma sappi che sarà ben più cara!

  5. Buongiorno, mi servirebbe una piccola informazione.
    Ho fatto un biglietto intercity da Valencia a Cuenca; nel compilare il campo delle informazioni, ho lasciato DNI (che ricordavo essere la dicitura spagnola per la nostra carta d’indentità), senza aggiungere il numero. Ho completato normalmente il pagamento, senza che mi desse alcun errore o altro. Considerato che il biglietto è comunque a mio nome, che a memoria non ricordo di aver dovuto esibire documenti per tratte del genere in Spagna e che, comunque, viaggio con carta d’identità e passaporto, potrei avere qualche problema al momento di esibire il biglietto? Ho controllato la mia prenotazione anche nella sezione “mis viajes” e, sotto il campo “documento”, risulta semplicemente vuoto, senza indicarmi nessuna necessità di riempirlo.
    ps: il biglietto è quello che arriva in allegato pdf sulla mail, giusto? Perché tutte le altre volte ho fatto i biglietti sul posto, mai in anticipo.

    1. Caro Antonio, credo proprio non ci sia problema visto che non ti dà errore il sistema di RENFE e tu viaggerai con entrambi i documenti indicati. Per i treni veloci il biglietto è esattamente il pdf che hai ricevuto per email..che dire, buon viaggio, sono due città interessantissime!!

      1. Grazie per la risposta.
        In questi giorni, si è presentato un altro (spero piccolo) problema.
        Il biglietto successivo che ho fatto, invece, era con un treno AVE, quindi è stato necessario immettere il documento, oltre al nome e cognome. Una volta fatto il biglietto, però, mi sono accorto che il sistema, di sua sponte, aveva inserito due volte il mio cognome (essendoci due diversi spazi, li aveva riempiti entrambi nonostante io ovviamente avessi riempito solo il primo). Ho provato due volte a sistemare i dati, ed entrambe ha continuato, nella prenotazione, a risultare due volte il mio cognome.
        Considerato che avrò tutti i documenti con me, che sul biglietto cartaceo neanche risulta il cognome e che su quello elettronico salvato sul telefono, invece, risultano solo il mio nome e cognome, non vorrei che si presentasse qualche problema al momento di esibire il biglietto (nel senso, magari all’accesso dei treni passano il qr code sotto il loro apparecchio, mi controllano poi il documento e notano questa differenza).
        Probabilmente sembrerò eccessivamente paranoico, ma in viaggio mi è capitato davvero di tutto e so per esperienza che piccoli dettagli imprevedibili possono ingigantirsi a dismisura.

        1. Sì capisco le tue perplessità, tuttavia trattandosi dello stesso cognome (solo ripetuto due volte) non credo che questo dettaglio ti impedisca di salire sul treno. Però per stare tranquillo di suggerisco comunque di avvisare il custumer service via email e via twitter, non sono celeri ma dovrebbero fornirti una risposta (che ti puoi eventualmente anche stampare e portare in viaggio). Via telefono io dall’Italia non sono mai riuscita nell’impresa di contattarli e poi “verba volant”!

  6. Ho preso il treno da Girona a Parigi.all’arrivo il treno aveva 36minuti di ritardo.
    Son andato sul sito ma non riesco proprio a trovare dove richiedere per un’eventuale rimborso.
    Grazie mille

  7. Ciao davvero interessante il tuo articolo mi ha tolto tanti dubbi, ma ne ancora uno ……io devo andare da Madrid a Valencia, la prima settimana di giugno e viaggio con la mia famiglia, composta da me mia moglie e i miei due figli minori, non si possono prenotare i posti a sedere? In quanto non vorrei avere 4 posti distanti e non continui. Mi sai dare una risposta? Grazie

    1. Ciao Massimiliano! Bene, mi fa piacere sia stata un’utile lettura. Che tipo di treno intendi prenotare, perchè se è un AVE o comunque un treno veloce, non equivalente al nostro regionale, i posti sono assegnati al momento dell’acquisto del biglietto on line. Tendono già in automatico ad assegnare posti vicini ai passeggeri che viaggiano insieme, in base alla disponibilità rimasta al momento dell’acquisto. C’è anche un piccolo margine di scelta posti, se mi ricordo bene, solo se il treno non è quasi pieno, però! Se parti a giugno è una buona idea iniziare a prenotare 😉

  8. Ciao ! a breve anche io mi avveturero sui treni renfe …
    … non ho avuto grossi problemi con il sito … ovvero … li ho avuti ma superati … con qualche trucchetto ..
    quello che non riesco a capire e’ ….

    devo stampare per forza il biglietto o posso tenerlo nel telefono ?

  9. Io dovrei andare da Madrid a Valencia con Renfe ma mi succede la stessa identica cosa cioè, sia con PayPal che con prepagata, non viene effettuata la transazione.. Consigli di dividere il viaggio in due?

    1. Vale la pena provare! Nel mio caso ha funzionato, non so se era per via dei due Paesi coinvolti (Spagna e Francia) oppure per via dei due treni. Se fosse per i due treni dovrebbe risolversi anche per te il problema. Fammi sapere 😉

  10. Se mi presento in stazione a Madrid senza aver prenotato riesco ad acquistare un biglietto per Cordoba con Alta Velocità? Vorrei andarci durante la settimana santa.

    1. Ciao Giovanni! La settimana santa i treni sono molto affollati, rischi di non trovare più posto o di trovare tariffe elevatissime. Io ti consiglierei di prenotare prima on line, piuttosto scegliendo la tariffa FLEXI se hai paura di dover spostare/rimandare!

  11. Buonasera, a Dicembre mi recherò in Andalusia e userò i treni come mezzi di spostamento. Credo sia un problema del sito Renfe dall’Italia, ma nelle varie opzioni per il documento mi da solo queste tre: DNI NIE E PASAPORTE… le ho provate tutte. L’ unica volta che mi è stato accettato è quando ho inserito il numero di carta d’identità comprensivo delle due lettere iniziali al posto di PASAPORTE..il che non sarebbe corretto perchè sto utilizzando la mia carta d’identità…come posso fare?
    grazie mille

    1. Appena rifatto la prova e lo vedo ancora, con Google Chrome da pc fisso, dopo aver selezionato Italy nel paese di residenza…Se dopo tutte queste cose ancora non lo vedi io farei nel modo che hai individuato tu. Formalmente è vero che non è passaporto, ma il baco nel sistema è loro: non tuo!!

  12. Non riesco a vedere il campo “otros”.
    Ho provato con smart android, tab android, pc windows 10 con browser Firefox 62.0, pc windows 10 bowser Internet Explorer 11.0.80: niente.
    Adesso scrivo a Renfe.
    Grazie per la pazienza.

  13. Elisa,
    ti ringrazio per l’articolo che non mi fa più sentire smarrito e solo.
    Chiedo a te un aiuto. Quando cerco di registrarmi sul sito di renfe, mi viene chiesto di indicare il tipo di documento (DNI, NIE oppure Pasaporte) ed documento (credo il numero).
    Avendo la carta d’identità n AU1234567 e avendo fatto molte prove fallite (DNI AU1234567 e NIE AU1234567, DNI 11234567 e NIE 11234567 ) non so più cosa fare.
    Mi potresti aiutare?

        1. Neanche a te? Me lo diceva un ragazzo! Io dall’Italia lo visualizzo, ma dev’essere una questione di browser o di device allora (pc, telefono o tablet). Farò delle altre prove ora che mi dici così!

  14. salve, vorrei sapere come mai ci sono due treni che mi interessano ma dice che non si posso acquistare online ma solo in stazione, qualcuno sa dirmi perchè?
    grazie mille

    1. Ciao Giusy! Era successo anche a me ed era perchè si trattava di treni “regionali”, ovvero tratte a breve percorrenza, senza prenotazione del posto mi sembra. Potrebbe essere lo stesso caso anche per te??

  15. Io adoro i viaggi in treno, sono la mia specialità! Molto utile la guida passo a passo! Viaggiando in treno si possono visitare tantissimi posti. Anche se per alcune prenotazioni bisogna avere pazienza. I treni vengono usati meno e spesso i siti non sono ottimizzati. 🙂

  16. Ahahahahaha il tuo titolo mi ha fatto troppo ridere 😀
    So bene cosa significa prenotare un treno con Renfe ed è un’odissea!
    Ho vissuto in Spagna 6 mesi e mi ricordo che ogni volta che dovevo prenotarlo mi veniva quasi l’ansia 😀
    Complimenti per l’articolo, è davvero utile!

  17. Mi è successa la stessa cosa descritta nel sito, ovvero il problema nell’acquistare direttamente con carta – Postepay (no Paypal)

    Secondo la valuta il pagamento era stato stornato subito da Renfe, ma il saldo non si era riallineato subito e i movimenti sono comparsi 2 giorni dopo, quindi nel frattempo avevo contattato Renfe sia tramite “form” del sito (e come diceva l’articolo, mi hanno risposto dopo una settimana…) sia tramite telefono dove ho cercato di spiegare l’accaduto in inglese. Pur vedendo il tentativo di pagamento non sono stati in grado di dirmi che l’importo era stato anche stornato, mi han lasciato un e-mail dove avrei dovuto richiedere l’eventuale rimborso, e un numero di telefono italiano per prenotare telefonicamente

    Ho risolto prenotando su loco2.com , che sembra avere gli stessi biglietti Renfe alle stesse tariffe; lo consiglio quindi a tutti

    Se proprio volete usare il sito di Renfe per l’acquisto, meglio provare prima con Paypal (che avrei potuto selezionare ma non ho provato)

  18. Nel mio viaggio andaluso avevo usato i bus perché era più semplice questa procedura, ma al prossimo giro so dove venire a leggere!
    Grazie, adoro questi post pratici e davvero utili.

  19. Verissimo! Io sono agente di viaggi in Spagna e lavoro costantemente con la pagina di Renfe che é mortale..le volte che si blocca la pagina é incredibile..utilissimo il tuo post.. riconosco che é dura per chi lo usa per la prima volta

  20. Vivo in Andalusia e ormai ho fatto il callo al sito della Renfe. Il tuo post mi ha fatto sorridere. Ho pensato che l’argomento di questo post fosse geniale….e peraltro trattato anche in modo molto chiaro.

    1. Grazie! Mi fa piacere avere riscontri sul fatto che non sono l’unica a trovarlo ostico…Riuscire a fare molto peggio di Trenitalia non e’ da tutti! Rimane un mistero come i treni, almeno quelli veloci, sembrino invece gestiti con efficienza! Tu che vivi lì mi confermi questa impressione?!

  21. interessante questo post e soprattutto utilissimo. In effetti una volta ci ho provato ad entrare nel sito web ma ad un certo punto ci ho rinunciato. Mi sono salvata questo post così la prox volta arrivo fino alla fine. grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *