PRIME VACANZE IN 4: COSA PORTARE

Shares

Le prime volte sono sempre eccitanti, ma destano qualche preoccupazione…anche se magari inutile! Vi basterà sapere cosa portare assolutamente per le prime vacanze in 4.

COSA PORTARE ASSOLUTAMENTE

Dunque cosa portarsi dietro in una vacanza con il piccolo nuovo arrivato, magari un tour itinerante? Il nostro giro, per giunta, comprendeva un bel po’ di city sightseeing tra Tarragona, Valencia e Nimes.
 

Gli immancabili per le prime vacanze in 4

Innanzitutto, immancabile, una fascia o un marsupio per il più piccolo! Indispensabile quando le ruote sono off limits come nel caso di scalinate, visite a castelli, etc. O comunque preziosissimo per far addormentare e calmare il bambino quando piange.
 
Chiaramente, a seconda della destinazione e del mezzo di trasporto da voi usato, ci saranno delle grosse variabili su cosa portare per l’abbigliamento, etc.

L’elenco da spuntare sempre

In ogni caso ecco cosa non deve mai mancare per le prime vacanze in 4:
  • Passatempi e giochini, in particolare per il bimbo più grande. Qualunque sia il vostro stile educativo portate i giochi preferiti del vostro bimbo per i tempi morti! Che siano i soldatini, le bambole di pezza, il Sapientino o il tablet di ultima generazione. E poi gli immancabili colori con album da colorare e magari il libriccino/peluche preferito.
  • Allo stesso tempo per il più piccolo non lasciate a casa il ciuccio, se lo usa, compreso un ciuccio di scorta dello stesso modello nel caso il primo si perda (cosa molto probabile!). Se già lo utilizza non tralasciate anche il suo peluche, o altro oggetto preferito, per la nanna. Per dormire consiglio anche il sacco nanna o la coperta usata a casa: a seconda di dove dormirete non potrete sapere se vi forniranno una soluzione altrettanto confortevole!
  • K-way, crema solare. Non è detto che andiate al mare o in montagna, ma una protezione per la pelle, soprattutto dei più piccini, è necessaria nel caso di qualsiasi esposizione prolungata alla luce del sole. Infine, un k-way è utile per riparare da vento, o pioggia in qualsiasi clima, così come da un ambiente con aria condizionata eccessiva!
  • Snack salati, succhi di frutta (meglio con pochi zuccheri aggiunti) ed eventualmente qualche caramella. Sono un toccasana per un momento di improvvisa fame o noia o capriccio. Gli snack salati, poi, aiutano a combattere il senso di nausea e le caramelle sono utili in caso di atterraggio/decollo oppure cambio di altitudine.

Per un elenco ancora più esaustivo vi invito a leggere il mio post specifico “Cosa mettere sempre in valigia con bambini”!

Come girare a piedi con due bambini piccoli?

Questa non è una questione da poco, in effetti! Se il bimbo più grande è in grado di stare in piedi da solo comodamente, direi dai due anni circa in sù, vi consigliamo di abbandonare il passeggino. Per le nanne volendo c’è sempre lo zaino porta bimbo!
 
Noi con la bimba di quasi 4 anni – senza tanti ripensamenti – abbiamo abbandonato il passeggino. Infatti, era impossibile girare in città con quello e carrozzina del più piccolo, oltre alle valigie al seguito quando arrivavamo in una nuova tappa!
Quale soluzione allora per supportare una bimba nelle sue prime – brevi – passeggiate in autonomia??
 

La pedana da attaccare alla carrozzina o passeggino

Per evitare che Laura passasse quasi tutto il giorno sulle spalle del povero papà abbiamo optato per la pedana da attaccare alla carrozzina del fratellino!
 COSA PORTARE ASSOLUTAMENTE PER LA PRIMA VACANZA IN 4
Un ottimo modo per far riposare la sorella/fratello maggiore quando è stanco: dovrà solo stare in piedi sulla pedana tenendosi alla maniglia della carrozzina o alla carrozzina stessa. Vi piace l’idea?!
Prima di effettuare l’acquisto, però, leggete le considerazioni qui per scegliere il modello giusto!
Noi abbiamo cercato il prodotto su Internet per avere più opzioni e letto attentamente moltissime recensioni. Dei modelli più economici mi sono accorta che quasi tutti lamentavano la difficoltà di camminare tenendo la carrozzina con pedana dal davanti. Quasi tutti sostenevano di dover portare la carrozzina lateralmente per non sbattere i piedi contro la pedana.
Altre lamentele erano la fragilità e l’impossibilità di piegare la pedana senza staccarla: quindi con un notevole ingombro, ad esempio, al ristorante o in altri luoghi pubblici. Siccome mi sono sembrati tutti difetti importanti ho deciso di investire poche decine di euro in più per una pedana di fascia media, con ottime recensioni: Buggy Board di Lascal.

Dopo il montaggio, l’uso notevole sia per le strade che su e giù per i treni di mezza Europa occidentale vi garantisco che vale veramente l’acquisto! È resistente, ha sostenuto perfettamente il peso di 15 kg della mostra bimba – tanto che lei voleva sempre stare lì sopra – e non è scomoda da spingere anche per tanto tempo. Spingere la carrozzina con pedana non sarà mai come spingerla senza, ma sia io che mio marito l’abbiamo trovato fattibilissimo.
In questo modo i nostri  tre giorni a spasso per Valencia sono stati davvero piacevolissimi!
Avere entrambi i bimbi riuniti sullo stesso mezzo poi, è utilissimo per non rischiare di perderli in posti affollati come aeroporto, stazioni, mercati, etc. Un vantaggio quest’ultimo da non sottovalutare affatto!

Famiglie in viaggio strong unitevi!

 
E voi avete già affrontato il primo viaggio in 4? Come vi siete organizzati?! Fatecelo sapere qui nei commenti o intervenendo nella community della nostra pagina Facebook
Qui potete anche taggarci nelle vostre foto di viaggi in cui state affrontando situazioni difficili con soluzioni ingegnose o divertenti e usare l’#famiglieinviaggiostrong #noncifermanessuno… Vi condivideremo come modello da imitare!!! prime vacanze in 4prime vacanze in 4

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo!

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *