PRIME VACANZE IN FAMIGLIA: COME E DOVE

Shares

Quando la famiglia si allarga un turbinio di cambiamenti invade la routine quotidiana: è normale e anche faticosamente piacevole! I viaggi non sono certo esenti da questa ondata di cambiamento. E allora dove andare per le prime vacanze famiglia? Che tipo di vacanza organizzare? Sono domande piuttosto naturali per dei neo genitori. Allora ecco i miei consigli, dopo aver vissuto questa fase per ben due volte!!

 TRE REGOLE D’ORO PER LE PRIME VACANZE IN FAMIGLIA

  1. PROCEDETE PER GRADI

La prima vacanza non conoscete ancora tutti gli aspetti del carattere di vostro figlio: andate in un luogo vicino, come una regione a non più di tre ore di viaggio da casa vostra e state via solo pochi giorni. Se la prima esperienza andrà bene, tutta la famiglia sarà più serena la volta dopo e potrete decidere di affrontare un viaggio più lungo e più distante, e così via spostando il vostro paletto (o sarebbe meglio dire bandierina!) sempre un po’ più in là.

  1. NON PORTATEVI DIETRO TUTTO L’UNIVERSO

Delle cose essenziali da portare parlerò anche sotto. Al di là di queste cose indispensabili, cercate di contenervi e tenete presente che, soprattutto se avrete seguito il mio primo consiglio, starete viaggiando in paesi civili e troverete tranquillamente un eventuale cibo, farmaco o indumento mancante!

  1. SIATE FLESSIBILI

Se pretendete di avere gli stessi esatti ritmi e abitudini che avete a casa rischiate solo di stressarvi e rovinarvi la vacanza! Siate più elastici, se il bambino fa il sonnellino un po’ più corto recupererà al sonnellino successivo. Se non si riesce a visitare quel museo quel dato giorno perché si è fatto tardi rimandate la visita al giorno dopo e dedicatevi un momento di relax.

COSA PORTARE IN VALIGIA

Preparate i bagagli per tempo e con cura.  In ogni caso, se viaggiate con bimbi, soprattutto se piccoli , consultate la mia utile lista delle “cose da portare sempre in vacanza con bambini”. Io la rileggo ogni volta prima della partenza!!

Comunque, ci sono alcuni elementi “basici” che valgono per grandi e piccini. Prima di tutto un abbigliamento comodo e confortevole, senza tralasciare qualcosa per coprirsi o ripararsi dalla pioggia. Il fatidico k-way è d’obbligo,così come un ombrello pieghevole e per me una sciarpa, che può essere anche una pashmina leggera nella bella stagione, (per ripararmi da eventuali aree condizionate troppo aggressive!).

La praticità dell’abbigliamento, però, secondo me in vacanza parte dal basso, dai nostri piedi. Ho imparato a mie spese che le scarpe eleganti non saranno praticamente mai utilizzate: di giorno perché c’è troppo da camminare, la sera perché avrete i piedi provati (se non distrutti) e l’ultima cosa che vorrete sarà indossare delle scarpe col tacco!

Portatevi, però, almeno due paia di scarpe perché cambiare calzatura può alleviare il male ai piedi. Un primo tipo di scarpa, se non volete rinunciare ad un tocco fashion, potrebbero essere le scarpe Hogan, che possono essere trovate anche online su e-commerce di moda come YOOX. Il vantaggio, qui, è di avere una calzatura comoda, ma che si abbina bene anche la sera ad un vestitino. Generalmente acquistando online riesco a risparmiare qualcosina. E poi, non so voi, ma io acquisto sempre più spesso on line da quando ci sono i bambini… Pre-partenza, poi, la mancanza di tempo per fare shopping non fa che aumentare visto che sono stra impegnata a leggere gli ultimi post online e le ultime pagine della guida sulla destinazione scelta!!

DESTINAZIONI IDEALI PER UNA VACANZA CON BAMBINI

Sono convinta che informandosi bene, e assecondando le proprie predilezioni, ogni destinazione possa diventare a misura di famiglia. Ma sicuramente per i primi viaggi è utile evitare mete dall’ altra parte del mondo, prediligendone alcune particolarmente adatte ai bambini e che richiedono meno capacità di adattamento rispetto ad altre!

DESTINAZIONI ITALIA

In Italia, basandomi sulla mia esperienza diretta, ci sono regioni intere ideali per bambini come Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna. Parlando di città, vi posso dire che Torino è vivibilissima con bambini! Io addirittura un giorno l’ho girata da sola con un bimbo di 10 mesi in carrozzina e una bimba di 4 anni. Questo perché è molto semplice da percorrere a piedi, e perché offre tantissimi svaghi culturali e interessanti: ad esempio il Museo Egizio, ideale per far sognare tutte le età. Incontrerete locali caratteristici e caffetterie cioccolaterie d’altri tempi, negozi molto belli e parchi enormi per passeggiare, come quello del Valentino! Unico consiglio: d’inverno dopo una certa ora di sera evitate le zone periferiche del parco. Ma questo è comune buon senso!

Proseguo con l’Umbria che ho trovato estremamente a misura di bambino, con strutture ricettive estremamente accoglienti e rilassanti e un panorama e una natura fantastici. In particolare ricordo Gubbio, che a Natale ospita l’albero più grande del mondo e diversi presepi viventi, oppure Perugia, capitale del cioccolato, con la sua ruota panoramica e la sua rocca, che a Natale ospita dei mercatini così suggestivi!

La mia Genova, non sono genovese ma ligure, con l’immancabile focaccia e le tante altre specialità da provare in un’osteria tipica. Un must per i bambini, poi, è l’Acquario di Genova, ma anche la meno conosciuta  città dei bambini e dei ragazzi è un’area di gioco educativo per i bambini dai 2 ai 13 anni, dove è possibile giocare e scoprire scienza e tecnologia divertendosi.

DESTINAZIONI EUROPA

Valencia probabilmente l’avrete già sentita associare ai bambini. In effetti la sua Città delle Arti e delle Scienze, volendo collegata da un trenino turistico ai Giardini del Turia, una lunghissima area verde che comprende anche l’originalissimo Parco Gulliver, è la quintessenza del divertimento e dell’imparare in allegria. Ecco le 10 migliori cose da fare a Valencia per grandi e piccini!

Non posso tralasciare la Svizzera ed il suo trenino del Bernina: questo trenino rosso conquisterà tutta la famiglia con i suoi paesaggi mozzafiato in mezzo alla natura e per le attività che offre alle sue fermate.

Infine siamo affezionatissima la Baviera, dove Laura aveva meno di due anni, con i suoi castelli da fiaba e paesini caratteristici lungo la Romantiche Strasse. In primis Rotenburg ob der Tauber: il magico paese del Natale, ma senza anche dimenticare Norimberga, tra mercatini tanti musei per bambini e il vicinissimo Playmobil Fun Park che conquisterà sia i bimbi, sia i loro genitori!

Scrivendo questo post, con l’elenco delle destinazioni ideali per famiglie, mi è già venuta voglia di ripartire! Mi raccomando raccontatemi le vostre esperienze prima e dopo aver letto questo post…e le destinazioni ideali secondo voi.

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO POST CONDIVIDILO!

Shares

7 risposte

  1. Hai dato dei consigli molto utili anche per chi non ha bimbi.. ad esempio per me il consiglio NON PORTATEVI DIETRO TUTTO L’UNIVERSO è davvero difficile da applicare, vorrei riuscire a migliorarmi prima di avere dei figli, altrimenti dovrò girare con un tir non con una macchina!

    1. Ah, ah…beh sicuramente ti hanno insegnato a non farti troppi problemi. Una volta o non si viaggiava oppure si era più abituati ad arrangiarsi, anche le famiglie, poi è arrivata l’era dei villaggi e dei mini club e le famiglie italiane si sono un po’ “sedute” in media…Il nostro obiettivo è anche sbloccarle un po’!!

  2. La nostra prima vacanza in 3 è stata in un posto che già conoscevamo, Dubai, quando mio figlio aveva 5 mesi e da allora i nostri viaggi sono sempre stati diversi.
    Ogni viaggio una nuova scoperta, un nuovo traguardo per noi famiglia viaggiatrice !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!