Le spiagge del Conero con bambini

Shares

La Riviera del Conero è celebre per le sue spiagge. Di fatti qui il mare Adriatico inizia a farsi interessante, così come lo sarà anche più a Sud. Questo avviene anche grazie allo splendido Monte Conero: promontorio di roccia bianca che si erge alle spalle della costa, e alla verdeggiante area protetta che ne preserva la bellezza! In questo post ho intenzione di darvi tutti i consigli utili a vivere al meglio le spiagge del Conero con bambini, anche piccoli, visto che i miei avevano rispettivamente 4 anni e mezzo e un anno!

Le spiagge del Conero con bambini: far base a Sirolo

Per godere a pieno di cotanta bellezza ho scelto di pernottare tre notti proprio a Sirolo. Si tratta forse del paese più celebre e suggestivo del Conero. Sirolo vanta le spiagge più belle del Conero come quella delle Due Sorelle.
Non abbiamo optato per il pernottamento in centro al paesino, per altro chiuso al traffico, ma eravamo ad un paio di km, immersi in un paesaggio collinare da mozzare il fiato!
Il nostro hotel si chiamava Le Cave e, oltre allo splendido panorama, ci ha offerto una camera molto comoda e spaziosa, con tre letti più lettino da viaggio per il piccolo di un anno, un’ottima colazione ed un gradevole giardino con piscina. 

Le spiagge libere del Conero  ai tempi del coronavirus: come prenotare

Prima di parlarvi delle spiagge di Sirolo una ad una con bambini, e di come viverle al meglio, vi ricordiamo che quest’estate le misure dell’emergenza Covid richiederanno la prenotazione obbligatoria per le spiagge libere del Conero. E’ in fase di implementazione una App che dal 19 giugno consentirà di prenotare il proprio posto in spiaggia, unico modo per avervi accesso nei giorni festivi. Nei giorni feriali, invece, non sarà necessario prenotare. 

Coloro che sono residenti nelle località interessate, o registrati presso le strutture ricettive locali, potranno prenotarsi con 48 pre di anticipo, mentre gli altri solo a partire da 12 ore prima

Quali sono le spiagge libere di Sirolo, per le quali sarà possibile prenotare il posto tramite App?

  • La spiaggia libera del Conero;
  • la spiaggia libera di Urbani;
  • la Spiaggia libera di San Michele;
  • la spiaggia libera del Frate.

Qui vi riportiamo il link al sito dove sarà possibile prenotarsi direttamente oppure scaricare l”App SiroloSpiagge. Il sito ha anche una utilissima sezione informativa e delle FAQ che fugheranno tutte le vostre domande in merito!

Le spiagge del Conero con bambini: San Michele 

COME RAGGIUNGERLA

La spiaggia è facilmente raggiungibile. Dalla nostra struttura, infatti, così come da quasi tutte quelle di Sirolo e limitrofi, è possibile usufruire un servizio di bus navetta per la spiaggia di San Michele che ti passa a prendere al tuo hotel e ti porta ai bagni “da Silvio” (no, non quel Silvio!!), offrendoti due lettini con ombrellone per 15 euro al giorno. Notare che noi eravamo in quattro, considerati i due pargoli, ma il prezzo è sempre 15 euro come per le coppie.  Il minivan vi trasporta tranquillamente anche l’eventuale passeggino.
Per chi ha i bimbi più grandicelli e disposti a camminare, oppure non li ha, ricordo che la spiaggia di San Michele è raggiungibile a piedi dal centro di Sirolo, ma anche dal nostro hotel, con un sentiero di circa una ventina di minuti. Tenete presente che al ritorno sarà quasi tutta salita e che è consigliabile non percorrerlo in infradito. 

Per mangiare

Una volta in spiaggia, rimarrete incantati da tanta bellezza: tra l’altro i primi di giugno abbiamo trovato anche pochissimo persone! I bagni da Silvio offrono anche un bar con panini, piatti freddi e gelati. Oppure potrete optare per l’omonimo ristorante appena sopra. Tra terrazza panoramica e pesce fresco non vorrete più andare via! Qui trovate il nostro commento – con foto! – su quanto assaporato, insieme ad altri consigli su dove mangiare a Sirolo e dintorni.
Il ristorante apre anche la sera, unico momento in cui l’area protetta apre al traffico dei veicoli privati. In coda al post trovate il nostro commento al cibo e molti validi indirizzi per mangiare a Sirolo!

La spiaggia

Il fondale della spiaggia, di ghiaia chiara e conchiglie, è alto: quindi occhio ai bimbi se non sanno nuotare! I colori sono di un azzurro intenso, peccato solo che il giorno che siamo andati noi c’era un poco di schiuma in superficie, sebbene per il resto l’acqua fosse pulita.
CONERO: SPIAGGIA DI SAN MICHELE
Dalla spiaggia di San Michele si possono anche affittare canoe e simili, magari per spingersi fino alla vicina Spiaggia dei Sassi Neri.

Le spiagge del Conero con bambini: Le Due Sorelle 

COME RAGGIUNGERLA

E’ raggiungibile solo via mare. Questa spiaggia è stata al centro dei miei desideri fin da quando abbiamo optato per il Conero. Forse anche quella che mi ha destato qualche dubbio in più, per la presenza di Simone di un anno. Devo dire che visitarla non è stato facile, complice il tempo, mentre con il bimbo non ci sono stati problemi! 
Per visitare la spiaggia delle Due Sorelle con bambini piccoli l’unica opzione è  il servizio di battelli gestito dai traghettatori del Conero. Infatti la spiaggia è accessibile solo via mare. Se i bimbi sono un po’ più grandi potrete pensare anche di noleggiare una o più canoe da una delle spiagge di Sirolo. 
CONERO: SPIAGGIA DELLE DUE SORELLE

Tentare la fortuna con i battelli

Venendo ai traghetti, sappiate che partono dal porto di Numana, solo al mattino, e che non partano esattamente tutti i giorni, complice il meteo, l’eventuale mare agitato ed il numero di persone che si presentano.
Segnatevi il numero di telefono della biglietteria: 071-9331795. Qui potrete anche prenotare i biglietti qualche giorno prima. In alta stagione ve lo consiglio! Il sito web dei Traghettatori del Conero serve più che altro per vedere i prezzi e qualche info generale. 
Noi a inizio giugno non abbiamo trovato un collegamento attivo di giovedì. Il venerdì pioveva e ne abbiamo approfittato per visitare Recanati e Osimo. Quindi ci siamo prenotati per il sabato. Il mattino, nonostante il tempo fosse discreto, dopo lunga indecisione ci hanno detto che il battello non partiva per via di mare e vento. Considerata anche la lunga attesa, io ho percepito che è stato valutato fino all’ultimo il numero dei presenti. Quel mattino eravamo proprio pochini, mentre il barcone potrà tenere una cinquantina di persone… 
Devo dire che a quel punto mi sono scoraggiata per un attimo perché la domenica partivamo! Poi mi è venuta in mente la soluzione: anticipare a quel giorno la visita di Urbino, prevista sulla via del ritorno, e ritentare la fortuna per la quarta volta la domenica mattina. Così ci prenotiamo per l’indomani e ce ne andiamo.
Quella prenotazione è stata utilissima perché il mattino dopo c’era il sole e la banchina era piena di gente che voleva partire!

Parcheggio e costo dei biglietti

All’interno del porto si trova un parcheggio a pagamento piuttosto ampio, solo in alta stagione potreste dover parcheggiare poco più lontano, nel centro di Numana.
Il battello ha un costo di 20 € andata e ritorno per gli adulti e 10 € per la bimba di 4 anni. Per fortuna almeno i bimbi da 0 a 3 anni non pagano!! 

Traversata e arrivo alle Due Sorelle

Dopo una mezz’ora dal nostro arrivo finalmente lasciamo il porto: devo dire che il viaggio è molto gradevole per la splendida vista verso la costa ed il promontorio con i suoi paesi arroccati. Al megafono vengono anche date alcune interessanti informazioni turistiche. Come, ad esempio, la storia di Numana, di origini addirittura greche. Se per caso riuscite a sedervi dal lato della costa, vi godrete ancora di più il panorama!
La spiaggia delle Due Sorelle da lontano è già molto suggestiva, sicuramente più di come è diventata quando l’ultimo dei 50 imbarcati insieme a noi, è approdato sulla riva. Del resto era domenica, se troverete mai la possibilità di arrivare qui di giorno feriale, ve lo consiglio.

Orari e alcuni accorgimenti con bambini

Ricordatevi che qui bisogna arrivare muniti ombrellone, crema solare, occhiali, cappello, acqua ed eventuali scorte di cibo. Queste accortezze con uno o più bimbi piccoli sono accorgimenti fondamentali. Noi il giorno prima avevamo fatto l’acquisto, per pochi euro, di un ombrellone in un magazzino di cose cinesi.  A casa, invece, avevo investito qualche € in più in un cappello a falda larga, di tessuto con filtro UV, per il piccolo Simone, il quale ha passato tutta la vacanza a cercare di toglierselo..tranne durante la siesta!!
Sia all’andata che al ritorno avrete due orari tra i quali scegliere, il mattino alle 9.30 e alle 10.30, per il rientro le opzioni sono o alle 12.30 o alle 15.00. Con un bimbo di un anno noi abbiamo trovato perfetto rientrare alle 12.30: in mezz’ora sarete al porto di Numana. 

Visitare Le Due Sorelle: un consiglio, con il senno di poi

Considerando che l’ultimo barcone rientra alle 15.00, tornassi indietro io proverei a visitare la spiaggia così: noleggerei un pedalò nel primo pomeriggio presso i bagni “Da Silvio”, nella spiaggia di San Michele a Sirolo, cercando di arrivare alle Due Sorelle poco dopo le 15.00. In questo modo avrete una spiaggia bellissima quasi tutta per voi! La roccia e i due faraglioni a forma di sorelle in preghiera sono impressionanti, così come la grotta dalla parte opposta ed il colore del fondale.  

Le spiagge del Conero con bambini: Urbani

Courtesy Social Media Team Marche Tourism
a

COME RAGGIUNGERLA

Infine, parlando di spiagge con bambini, vi consiglio la spiaggia di Urbani, sempre a Sirolo. A me sarebbe piaciuto provarla, ma visto il meteo piuttosto inclemente non ne abbiamo avuto occasione.
E’ la spiaggia più facilmente raggiungibile di Sirolo: si parcheggia l’auto nei pressi del teatro Cortesi, oppure nel piccolo parcheggio che si trova dopo la strada che scende, entrambi a pagamento, e di lì il sentiero in pochi minuti vi porterà alla spiaggia.
In ogni caso è disponibile anche un bus navetta che fa la spola dal teatro alla spiaggia e viceversa. La spiaggia è di granelli bianchi, con un fondale azzurrissimo, e alterna lidi privati a tratti liberi. Dal lato verso Numana, subito dopo un piccolo molo, si trova una grotta da esplorare, per i più temerari.

Le spiagge del Conero con bambini: sì o no?

Non andrete nel Conero per la comodità delle spiagge, ne esistono di molto più comode in Riviera romagnola e nelle Marche stesse. Ci andrete per i bianchi fondali e per l’acqua blu. Più profonda, ma anche molto più azzurra di quelle che si trovano più a nord. Pensate che Sirolo offre la massima concentrazione di spiagge Bandiera Blu di tutte le Marche! Per i bimbi basta un occhio in più nel caso non siano ancora nuotatori provetti… Con le loro location incontaminate non sono spiagge da tutti i giorni e questo sarà percepito anche dai bimbi, che lo vivranno come una nuova esperienza. L’avventura in barca alle Due Sorelle, poi, potrà essere molto eccitante se posta nel modo giusto anche da voi genitori…
Pensate che da fine giugno in alcune date organizzano persino il rilascio delle tartarughe, in collaborazione con la Fondazione Cetacea di Riccione. Un’esperienza da cogliere al volo, se riuscite a far coincidere le date. Infine, i servizi di navetta per queste spiagge esclusive, all’interno del Parco del Conero, sono molto efficienti, soprattutto per San Michele. In base alla nostra esperienza, quindi, le spiagge del Conero con bambini, anche piccoli, sono un’esperienza che mi sento di consigliare! Del resto non è un caso che le spiagge di Sirolo siano inserite nell’elenco delle 11 spiagge per bambini delle Marche. Sirolo ha acquisito la bandiera verde niente meno che da un team selezionato di pediatri italiani!
A
A
In conclusione, come avrete capito, consiglio alle famiglie di viaggiatori di venire nel Conero, per le belle spiagge, ma anche assaporare i sapori del mare e della terra, assaggiare il vino Riviera del Conero, perdere il senso del tempo in mezzo ai colli dell’Infinito.
E voi ci siete stati? Vi sono piaciuti di più il mare o i borghi dell’entroterra?!

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO POST CONDIVIDILO!

Shares

8 risposte

  1. Noi partiremo per porto sant’elpidio tra pochi giorni e finalmente ho trovato qualcuno che ha saputo rispondere ai miei dubbi sul visitare il conero con i nani (i miei hanno 2 anni e 1/2 e 4 anni e 1/2). Proprio per non essere vincolati agli orari del battello pensavamo di affittare un gommone, pensi sia fattibile?
    Grazie 😊

    1. Sono contenta di esserti stata utile! 😉 Sì, se trovi operatori che noleggiano anche gommoni credo che, in buone condizioni di meteo e mare, sia una soluzione molto pratica e che offre maggiore libertà di scelta!

  2. Che bellissimo post ricco di tante informazioni utili!!!
    brava segno tutto, quest’annno abbiamo intenzione di tornare dopo 14 anno allo scoglio delle 2 sorelle con la nostra bimba!!! quindi ti penseremo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *