Le aree gioco del trenino rosso del Bernina

Shares

LE AREE GIOCO DEL TRENINO ROSSO DEL BERNINA

Viaggiare con bambini, si sa, vuol dire concedere anche loro delle pause per sfogarsi e divertirsi con qualche semplice gioco all’aperto! Non ci sarà niente di meglio per far passare la noia o qualche malumore…e poi riprendere il viaggio nel migliore dei modi!

E così vi lascio la guida a tutte le aree gioco incontrate lungo le fermate del mitico trenino rosso.

Iniziamo con ordine, ecco la prima area gioco incontrata, anche se non siamo scesi perchè eravamo sul trenino ancora da troppo poco tempo:

  • BRUSIO, PARCO GIOCHI

L’area giochi di Brusio la vedrete molto bene dal trenino, si trova accanto alla stazione, appena sotto il monte con una bella cascata che sgorga da quest’ultimo. Non è enorme, ma ha molti giochi di vario tipo. Non sono riuscita a far la foto se non di sfuggita (lato sinistro immagine):

  • MORTERATSCH, DUE AREE GIOCO CON ANIMALI

In questa fermata non solo siamo scesi, ma ci siamo fermati a lungo: per pranzo e per la notte. Qui vi racconto dove dormire e cosa fare. Appena scesi dal treno i vostri bambini noteranno certamente, l’area gioco a sinistra dell’hotel ristorante Morteratsch (guardando in faccia questa struttura). Ci sono scivolo, dondoli vari, etc.

Quando i bimbi saranno stufi tenete presente che a questa fermata c’è molto di più! Basta proseguire pochi metri all’interno, tra gli alberi, per ritrovarsi al caseificio. Qui vi apparirà subito un’area recintata con conigli, i quali saranno felici di essere alimentati ad erba da vostri bimbi! Il caseificio, oltre ad un bel prato con tanti tavoli, offre anche un paio di altalene ed un giochino in legno che va su e giù.

Dall’altro lato del caseificio, proseguendo di nuovo verso la stazione incapperete in un recinto di caprette. Qui non solo i bimbi sono invitati ad entrare, ma possono anche dar da mangiare alle caprette (che non aspettano altro!).

Se siete fortunati, inoltre, incontrerete anche tanti cavalli, come è successo a noi! Non dimenticate, inoltre, che qui potete leggere e seguire passo passo la storia dell’elfo Sami, percorrendo la salita al ghiacciaio di Morteratsch!

  • PONTRESINA, VAL ROSEG

L’area di cui vi sto per parlare è quella che più ci è rimasta nel cuore…Guardando le foto lo capirete dai nostri sorrisi e vedrete la location in cui si trova che la rende semplicemente unica!!! Dalla stazione di Pontresina avrete un’oretta circa di distanza da percorrere. La buona notizia è che il percorso si può coprire in carrozza trainata da cavalli, rendendo il tragitto un’esperienza indimenticabile! Pensate a quasi un’ora di tragitto in carrozza in una valle verdeggiante, circondati da un torrente di montagna, rocce, fiori fucsia e cascate…un sogno! Sì, ma quanto costa, potreste chiedervi? Noi abbiamo effettuato la tratta di sola andata e abbiamo pagato 50 franchi in totale, 20 per adulto e 10 per una bimba di 4 anni. I bimbi sotto i 2 anni sono gratis. Il ritorno per noi è stato col pulmino dell’hotel, infatti ci siamo fermati a dormire al Roseg Glatscher. Le tariffe di andata e ritorno in carrozza comunque, ci sono e sono più convenienti.

Se siete degli sportivi, invece, potete arrivare nel cuore della Val Roseg noleggiando mountain bike oppure a piedi. Comunque giungiate in questo luogo, non vi pentirete mai di averlo fatto, anzi…Il cuore di questa valle è scenografico, rilassante e meraviglioso. 

Ma veniamo all’area gioco: in alto, appena sopra l’hotel Roseg Glatscher, offre un cavalino e una renna cavalcabili in legno e uno scivolo con casetta di legno. Una vasca di sabbia con mille attrezzi e utensili da cucina giocattolo che hanno intrattenuto i nostri bimbi a lungo. E poi il panorama…ne vogliamo parlare??!

Come se non bastasse, il buffet dei dolci di questo hotel, servito nella terrazza, è così famoso da attirare frotte di persone!

  • MUOTTAS MARAGL, PARCO GIOCHI IN ALTURA

Qui purtroppo non siamo stati per mancanza di tempo, ma il parco giochi era una delle attrazioni principali per la quale volevo salirci. Senza parlare del trenino a cremagliera che vi porta in vetta, e alla celebre vista della quale si può godere. Quando parlo delle migliori fermate lungo il Bernina vi racconto qualche curiosità in più su come arrivare, dove poter mangiare e cosa si trova in quota.

Potete consultare qui, invece, trovate qualche info sul parco giochi. Ringrazio il sito Engandin Mountains per le immagini:

  • ST. MORITZ, AREA GIOCO VICINO AL LAGO

Ad essere sincera, come vi ho già raccontato qui, St. Moritz è una delle fermate del Bernina che mi è piaciuta di meno. Però essendo il punto di arrivo e ripartenza è facile che vi capiti di sostare qui per un pò. Allora, oltre alle attività ricreative da poter fare lungo il lago, anche semplicemente una bella passeggiata, sappiate che seguendo le indicazioni per “playground” e poi attraversando un ponticello sopraelevato, arriverete prima ad un campo da calcio, poi a dei colorati murales, fino a trovare quello che sembra essere il parco giochi di una scuola. E’accessibile al pubblico e presenta altalene e altri giochi piuttosto originali. L’unica cosa che ho notato è che sembra essere adatto per bimbi più grandicelli e avventurosi. la mia bimba di 4 anni si lamentava di riuscire a fare solo l’altalena. Gli altri giochi, in effetti, richiedevano abilità di arrampicarsi, etc.

Bene, ora vi ho raccontato tutto sulle aree gioco del trenino del Bernina. Se voi ne avete incontrate altre, o provato queste, raccontatemelo nei commenti!!

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

4 risposte

  1. Questo post è davvero super utile per una mamma-viaggiatrice come me, sempre alla ricerca di qualcosa di divertente da proporre al bimbo! Mio figlio poi adora i playground, ci passerebbe le giornate. Il secondo con tutti gli animali mi sembra poi una trovata davvero geniale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!