Cosa vedere a Creta Sud

Shares

Creta è bella tutta, ma non fate l’errore di sottovalutare la parte meridionale dell’isola. Più aspra e selvaggia come natura, e turistica solo a sprazzi, vi saprà conquistare tanto quanto l’Ovest, di cui vi ho già lasciato il mio entusiastico racconto! Qui di seguito vi darò i migliori consigli per scegliere cosa vedere a Creta Sud, dove dormire, quali sono le migliori spiagge e anche dove mangiare!

COSA VEDERE A CRETA SUD TRA GOLE, ALTURE, MONASTERI E SPIAGGE INCREDIBILI 

 

LE GOLE DI CRETA SUD

Un’esperienza d’obbligo nella parte meridionale di Creta è fare trekking in una gola.

Se siete amanti delle camminate o anche solo dotati di buone condizioni fisiche vi consiglio di scegliere le Gole di Samaria. Sono il canyon più profondo d’Europa, subito prima delle Gole del Verdun. Sono molto affollate, ma i paesaggi sono mozzafiato.

LE GOLE DI SAMARIA

Si tratta di una discesa dai 1230 metri al livello del mare, per un totale di circa 6 ore in una sola direzione fino al villaggio costiero di Agia Roumeli, alla fine della quale c’è un servizio di pullman o taxi che vi riporterà al punto in cui siete parti – ovvero Xyloskalo – e nel quale avete lasciato il vostro mezzo di trasporto. Se invece siete a piedi niente paura, vengono organizzate escursioni fino a qui in bus, con partenza da Chania e altre località.

Parallele alla gola di Samaria se ne trovano altre meno famose e pertanto meno affollate, che vi consiglio di tenere in considerazione, soprattutto se viaggiate in alta stagione: le gole di Agia Irini, Imbros e di Aradena.

Noi, viaggiando con un bambino di due anni e una di cinque, abbiamo preferito evitare la lunga discesa di sei ore a Samaria per provare a esplorare l’Imbros Gorge, leggermente più a est.

LE GOLE DI IMBROS

Dalla costa occidentale la deviazione per Imbros Gorge si prende all’altezza di Kalunes, poco dopo Chania. Da questo villaggio si prende la strada verso Sud per circa 35 km fino all’Imbros Gorge entrance. 

Attenzione, però, ci sono più entrate e quella ufficiale è l’ultima che incontrerete! Non fate come noi che ci siamo fermati alla prima entrata, pensando fosse l’unica, e abbiamo camminato per una ventina minuti sotto il sole a picco per un sentiero poco attraente, un pò dissestato, e per niente panoramico, con la sola compagnia delle capre nel primo tratto, e poi di fiori spinosi giganti!

L’entrata vera è qualche km dopo, e non perderete niente: si tratta di strada evitabile perchè di poco interesse. Non molto lontano dalla vera entrata, invece, sembra che il paesaggio si apra e l’escursione si faccia più interessante.

Non ve lo posso confermare perchè noi, dopo mezz’ora di camminata nelle sterpaglie, non siamo riusciti a convincere i nostri bimbi a proseguire, e sinceramente non ci è parso neanche il caso di insistere più di tanto! Con i bimbi, si sa, bisogna fare delle scelte…

Ci siamo consolati poco dopo al primo punto panoramico sulle gole. Qui si trova un chioschetto ombreggiato che offre qualche tavolino con vista divina sulla gola, piatti tipici e bevande, e alcune caprette che riposavano al fresco per la gioia dei nostri piccoli! Non perdetevi una sosta qui per lo meno per ammirare la vista e fare qualche scatto!

LA COSTA MERIDIONALE DA FRANGOKASTELLO A PLAKIAS

Da questo punto il viaggio per Plakias, la nostra prossima destinazione, è ancora lungo. La strada che arriva alla costa meridionale è molto tortuosa ma suggestiva e panoramica. In prossimità della costa si incontrano tanti villaggi autentici, con taverne-ristoranti che sembrano interessanti. Il mare è ancora lontano, lo raggiungeremo solo prendendo la deviazione per Frangokastello, località che ci ispira per la sua storia e il suo castello appunto.

 

 

COSA VEDERE A CRETA SUD: FRANGOKASTELLO

Questa fortezza risale al XIV secolo ed è opera dei Veneziani, servì come opera difensiva nei confronti dei pirati e poi come base per i ribelli dell’Impero Ottomano, in uno degli scontri più sanguinosi della guerra per l’indipendenza greca. L’ingresso alla fortezza è a pagamento, 2,00 € ad adulto.

La cosa che mi ha colpito di più di Frangokastello però sono la bellissima spiaggia dalle acque azzurre, poca gente e fondali bassi, ideali per bambini e la taverna di pesce poco oltre la spiaggia, sulla strada asfaltata che prosegue oltre il castello.

 

 

DOVE MANGIARE A FRANGOKASTELLO

Qui c’è una veranda a picco sul mare con vista meravigliosa, qualche gatto che vaga in piena libertà e la famiglia di proprietari, tra le più accoglienti mai incontrate. Sono stati gentilissimi con i nostri bambini, facendo loro mille sinceri complimenti, la mamma di casa ha persino accompagnato mia figlia a cercare il gatto di casa che era scappato in cerca di tranquillità 😉

Purtroppo avevamo già mangiato e abbiamo preso solo un gelato, ma c’era scritto che il pesce era fresco e non stento a crederlo da quello che ho visto uscire dalla cucina! Sembrava proprio una taverna in cui il tempo si è fermato, il turismo è ancora a ritmo lento e con flussi moderati, e c’è sempre tempo per un sorriso o due chiacchere!

Ci rimettiamo in marcia perchè ancora 26 km di curve e di colline ci separano da Plakias, dove arriviamo a metà pomeriggio.

COSA VEDERE A CRETA SUD: PLAKIAS

Vi dico la verità, Plakias non ci ha molto impressionato perchè sembra un enclave molto turistica in una costa che molto turistica non è! Le sue vie piene di negozi e ristoranti turistici non sono molto caratteristiche. La spiaggia è carina e molto spaziosa, ma non imperdibile rispetto alle altre della zona. Dunque se tornassi a Creta Sud cercherei di pernottare in un’altra località. 

DOVE DORMIRE A PLAKIAS, SOPRATTUTTO CON BAMBINI!

Sapete cos’è la cosa che ci è piaciuta di più di Plakias? La nostra sistemazione. Ho optato per un resort con piscina e una piccolissima Spa: è stato l’alloggio più lussuoso della nostra vacanza, pur costando solo 110 € a notte per tutti e quattro comprensivo di colazione, spazioso appartamento con cucina, lettino e seggiolone per il bimbo piccolo e colazione. E dimenticavo il mega terrazzo..!

 

All’arrivo, peraltro, la signora alla reception, molto gentile, ha consegnato due palloncini ai nostri bimbi e due buoni per un massaggio schiena e uno viso, rispettivamente a mio marito e a me…Presumo la Spa sia nuova e la volessero promuovere!

 

E’ stata davvero una soluzione confortevole e rilassante, quindi forse se viaggiate con bimbi piccoli e cercate un pò di comodità può valere la pena scegliere comunque Plakias. Ora vi lascio un pò di immagini così valuterete voi! Vi dico solo che l’hotel (che sembrava nuovo di pacco peraltro) si chiama Belvedere Apartments and Spa.

DOVE MANGIARE A PLAKIAS (ANCHE KIDS FRIENDLY)

L’unico posto che posso consigliarvi a Plakias città è Tasomanolis. Una delle poche volte che abbiamo trovato pesce valido a Creta, peraltro. In effetti abbiamo riscontrato che a Creta è più facile trovare carne che pesce: souvlaki, maialino al forno, costolette di agnello sono piatti molto più diffusi del pesce fresco.

In questo mi ha ricordato un pò la Sardegna, soprattutto quella dell’entroterra…Un’altra cosa in comune con l’isola italiana è un dolce tipico tipo raviolone in padella dalla forma di una crepe, servito con formaggio e miele…è molto simile alla seadas sarda ed è delizioso!

Tornado al ristorante Tasomanolis abbiamo provato delle ottime bruschette di acciughe, spiedini (souvlaki) di pesce fresco, polpo alla greca, il tutto annaffiato da un valido mezzo litro di vino bianco della casa.

Per i bimbi bastoncini di pesce con riso di contorno e spaghetti al pomodoro molto apprezzati da Simone! Per finire un ottimo cheescake alle fragole. In questo posto, tra l’altro, mi hanno stupito per il trattamento kids friendly! Ai bambini hanno portato, oltre al seggiolone, tovagliette dedicate, apposito menu, colori e fogli e persino un gioco delle costruzioni che li ha tenuti occupati a lungo!

L’aspetto kids friendly l’abbiamo riscontrato anche negli altri ristoranti di Plakias, dove però abbiamo mangiato male quindi non ve li consiglio.

Il consiglio dei locals

Il suggerimento ricevuto da un local è stato quello di cercare taverne molto più autentiche nei paesi dell’entroterra vicino a Plakias. Nel paragrafo sopra “cosa fare nei dintorni di Plakias” trovi qualche indicazione in merito. Non li abbiamo potuti provare direttamente, purtroppo, per via dell’influenza intestinale di mia figlia!

Vi ricordo, infine, anche il ristorante di pesce kids friendly che vi ho consigliato a Frangokastello!

 

 

COSA FARE NEI DINTORNI DI PLAKIAS

Da non perdere un giro d’esplorazione verso l’entroterra di Plakias. Dalla Kotsifou gorge, con i suoi tornanti e le sue curve esposte al vento, passando per la cappella di Agios Nikolas, incastonata come per magia nella roccia, fino ala taverna Illomanolis. Noi non l’abbiamo provata ma è consigliata dalla Lonely Planet. 

Ancora più vicino, a soli 4 km da Plakias, trovate il pittoresco villaggio di Myrthios, anch’esso ricco di allettanti taverne e persino qualche tranquilla pensione che potreste considerare per il vostro pernottamento.

 

Infine, il luogo che più mi è piaciuto da visitare è stato il monastero di Preveli. Si trova a circa 20 minuti di auto da Plakias. Anche i bimbi lo hanno adorato perchè ospita tantissimi animali! Quasi un mini zoo composto da stambecchi, cerbiatti, struzzi, pavoni, galline, caprette, oche, tartarughe…e più ne ha metta, più ne metta!

Qui abbiamo ammirato gli ambienti ancora vissuti dai monaci, un piccolo museo con tanti oggetti e alcune icone antichissime, la piccola chiesa ortodossa con la sua ricca decorazione ed un monaco che ha spiegato a me e a Laura come fare il segno della croce ortodosso…no, non è come il nostro! E poi abbiamo ammirato ancora i giardini pieni di fiori e di gatti e la fontana…un luogo di vera pace e armonia!

 

Il video del monastero e delle spiagge con palme di preveli

Qui sotto trovi il video della nostra visita sia al monastero che alla bellissima spiaggia di Preveli, della spiaggia vi racconto tutto subito sotto!

 

COSA VEDERE A CRETA SUD: LE SPIAGGE PIù BELLE

  • Preveli beach e le sue palme

Indiscutibilmente è la spiaggia più bella della parte sud occidentale di Creta. Dopo aver visitato il santuario, si scende di poco lungo la strada per parcheggiare l’auto a 2,00 euro e scendere i 480 scalini (mio marito li ha contati!!) che portano a questa incredibile spiaggia in cui il fiume sfocia direttamente nel mare! Ad abbellire ancor di più il tutto, un vero e proprio fitto palmeto circonda il letto nel fiume nel suo percorso tra le pendici del monte da cui sgorga, fino al mare.

Cosa non perdere a Preveli beach?

Non dimenticate di scattare una foto al punto panoramico a metà circa dei gradini! Cos’altro non perdere a Preveli beach? Immergere i piedi nelle fresche acque del fiume per andare dall’altra parte della spiaggia, vicino gli scogli, che vi offriranno anche un pò di ombra. Fare un tuffo in questo mare blu, con fondo di sassolini, e andare alla scoperta delle suggestive grotte appena oltre la parete di scogli in direzione di Vasilis Rock beach.

Poi dovete assolutamente fare una passeggiata risalendo il sentiero che costeggia il fiume immersi nel palmeto, scattare alcune foto e magari rinfrescarsi nel fiume! Infine fare un salto nell’unico bar taverna per prendere qualche bevanda fresca o snack. Tenete presente che hanno solo panini, le buonissime torte di sfoglia agli spinaci e formaggio e poco più. Prezzi piuttosto abbordabili considerando la location.

Come arrivare a Preveli beach

Tenete presente che un’alternativa per arrivare a Preveli beach senza fare i 480 scalini a scendere e risalire è prendere il servizio di taxi boat che fa la spola da Plakias e costa 15 € andata e ritorno per gli adulti, 8 € per i bambini.

Io ho contattato la barca in spiaggia a Preveli perchè a nostra figlia era venuta la febbre e per fortuna ho appurato che effettuano il servizio anche solo andata da Preveli a Plakias (o viceversa), sempre che non siano già pieni. Ho pagato tariffa ridotta al 50% e poi mio marito ci è venuto a recuperare al porto di Plakias dopo aver affrontato i 480 scalini anche in salita, con il piccolo simone sulle spalle…mitico!

 

  • Damnoni. La spiaggia adiacente a quella di Plakias è un piccolo paradiso di sabbia bianca e acqua blu. Tende ad affollarsi molto quindi vi consiglio di arrivare al mattino presto, oppure di raggiungerla senza uto. Potete, ad esempio, sfruttare il servizio di barche che fanno la spola tra Plakias e Preveli, prevedendo una fermata anche qui. 

 

  • Ammoudaki. Piccola lingua di sabbia e acqua blu racchiusa tra due scogliere, adiacente a Damnoni beach.

 

  • Frangokastello. Non dimenticate la spiaggia di Frangokastello di cui vi ho già parlato più su. Anche questa è un piccolo paradiso!

 

COS’ALTRO VEDERE A CRETA SUD?

Sicuramente vi consiglio di spingervi fino a Triopetra e Matala e approfittare delle belle spiagge che le circondano. In particolare io avevo anche adocchiato la spiaggia di Agiofaraggio, appena oltre Matala in direzione est.

Purtroppo non ci siamo potuti andare perchè l’ultimo giorno a Plakias la nostra bimba di 5 anni ha preso un’influenza intestinale con febbre alta e quindi ci siamo diretti a Heraklion prendendo la strada più diretta possibile e senza alcuna deviazione per farla stare in auto il meno possibile! Del resto il giorno dopo avevamo il volo di rientro e non avevamo altra possibilità. I genitori che viaggiano con bambini sanno che questi piccoli inconvenienti sono all’ordine del giorno…

Potrebbe essere un buon pretesto per tornare e poter visitare anche la parte est dell’isola che non siamo riusciti a coprire nel nostro itinerario completo in 10 giorni a Creta con bambini, ma che mi hanno descritto come davvero autentica e attraente!

E voi siete stati a Creta est? Oppure volete farmi una domanda sulla parte Sud? Qual è il luogo di Creta che più vi è piaciuto? Vi aspetto nei commenti!

 

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

6 risposte

  1. Ho letto con molto interesse il tuo articolo, perchè sono stata due settimane a Creta queata estate eppure non ho avuto il tempo per visitare la costa sud, non volendo vivere tutto mordi e fuggi, e mi è rimasto il rimpianto. Bellissimi luoghi anche qui, che sicuramente meritano un secondo visggio a Creta.

  2. Quante belle immagini!!!! Quest’estate ho letto tanto di Creta e il tuo post arricchito con queste belle foto mi ha invogliato a scoprire l’isola!!! Spero tanto di riuscire a organizzare una settimana a Creta l’estate prossima, casomai a giugno, quando non ci sono ancora troppi turisti!!!

    Grazie per tutte queste info utili!! Salvo il post nel caso organizzassi la vacanza 🙂

    1. Bene, mi fa piacere di averti potuto ispirare/aiutare! Davvero meritevole quest’isola e ti confermo che anche la seconda metà di giugno il flusso di turisti era il giusto…molto peggio nella mia Liguria 😉

    1. Grazie a te Benedetta: ci sono dentro tutta la mia passione organizzativa e le mie emozioni durante il viaggio! E pensa che è un’isola così vasta e ricca di cose da vedere che sto già architettando con la mente il prossimo on the road! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!