TURCHIA ON THE ROAD CON BAMBINI

Shares

Più volte avete pensato alla Turchia on the road e con bambini per le vostre vacanze? E’ una meta davvero affascinante, tra mare cristallino, testimonianze d’altri tempi e un incontro con la cultura orientale… Tutto ciò si può vivere anche con bambini? Perché no, con i dovuti accorgimenti si può andare alla scoperta della Turchia con tutta la famiglia.

ALCUNI CONSIGLI PRATICI

Quali documenti servono per entrare in Turchia?

A scopo turistico e per una permanenza di massimo 90 giorni, è consentito l’ingresso anche con la sola carta di identità valida per l’espatrio, cartacea o elettronica. Il documento deve essere in condizioni di perfetta integrità e con una validità residua di almeno 5 mesi, per coloro che:
– entrano in Turchia attraverso tutte le frontiere, per via aerea e marittima;
– entrano in Turchia, dal confine greco e bulgaro, per via ferroviaria e per via terra. 

Queste notizie sono tratte dal sito della Farnesina, Viaggiare Sicuri, dove trovate anche i casi in cui, invece, è necessario il passaporto.

Informatevi anche sulle commissioni previste dalla vostra banca per prelievi e operazioni oltreconfine, dando un’occhiata anche ai consigli di Facile.it per utilizzare la carta di credito all’estero, in modo da evitare, al rientro, brutte sorprese sul proprio conto corrente.

Come costruire un itinerario in Turchia con bambini?

La Turchia è molto vasta e le cose da vedere molte, ma non fate l’errore di mettere troppa carne al fuoco! Se avete una settimana-dieci giorni selezionate poche mete, da vivere a pieno. I bambini sopportano male lunghi trasferimenti in auto o pullman, mentre amano esplorare nuove destinazioni in lungo e in largo!

 

Guidare in Turchia

Tenete presente, inoltre, che  turchi sono dei guidatori parecchio spericolati! Quindi massima prudenza al volante, andate piano, in modo da poter sempre evitare una collisione in caso di frenate brusche da chi sta davanti a voi, o qualcuno che vi tagli la strada… Inoltre noleggiate l’auto, meglio se da una compagnia internazionale, e chiedete sempre dei seggiolini della giusta misura. Ricordate sempre di allacciare le cinture a grandi e piccini!

Accorgimenti per la vostra sicurezza

Infine, nelle zone più affollate, non perdete mai di vista i vostri bambini: teneteli per mano, fate sedere i più piccoli nel passeggino, magari utilizzate la pedana per il più grande, se ne avete due. Sono posti molto caotici e ritrovarlo, anche a causa della difficoltà che avrebbe il bimbo a esprimersi in un’altra lingua, potrebbe non essere per niente facile.

Ovviamente evitate anche il luoghi di manifestazioni o di assembramenti politici e religiosi. In merito Istanbul è la città dove prestare maggiore attenzione. Eppure è anche una città straordinariamente autentica e accogliente.

Dopo il tentato colpo militare sono ancora in vigore delle leggi straordinarie. Il sito della Farnesina raccomanda, in merito, cautela su quanto scrivete sui Social media, evitando critiche di natura politica. Tutti gli ulteriori accorgimenti, aggiornati costantemente, li trovate sempre sul loro sito Viaggiare Sicuri, dove potrete anche registrarvi pre-partenza.

 

ITINERARIO CONSIGLIATO IN TURCHIA CON BAMBINI

IN UNA SETTIMANA – DIECI GIORNI

Se avete 7-10 giorni un’ottima soluzione potrebbe essere quella di arrivare e ripartire da Istanbul, città da girare a piedi. Noleggiate poi un auto per vedere Efeso e Pamukkale. Efeso dista circa 570 km, 6 ore di guida da Istanbul. Qui troverete uno dei siti antichi meglio conservati, con rilevanti monumenti di epoca romana, come la celebre biblioteca di Celso: la terza più grande del mondo dopo quella di Alessandria d’Egitto e di Pergamo. All’interno vi si custodivano circa dodicimila pergamene.

Dall’archeologia alla natura, Pamukkale – riconosciuta, peraltro, come patrimonio UNESCO – non potrà che sorprendervi! Le sue  bianche cascate di roccia calcarea vi lasceranno senza fiato, un panorama unico formatosi grazie alla sedimentazione di acque termali che si estendono per quasi tre chilometri! E una volta arrivati in cima, anche qui troverete un sito archeologico molto importate, con uno dei teatri meglio conservati che io abbia ma visto.

Se potete arrivate fino alla costa meridionale: il distretto di Fethiye e la città di Antalya hanno un mare meraviglioso e conservano ancora piccole località dal fascino autentico. Risalendo verso Nord, invece, dopo Bodrum, ci sono grossi centri turistici che noi abbiamo trovato alquanto senz’anima. Sembrava tranquillamente di essere lungo la nostra costa romagnola, tra grattacieli, piscine e maxi hotel.

IN DUE SETTIMANE

Se avete almeno due settimane vi consigliamo di prendere in considerazione un itinerario che da Istanbul,  tramite volo interno, preveda anche la Cappadocia. Un luogo incantato che, con il suo paesaggio da sogno, catturerà la fantasia di grandi e piccini.

Da qui potrete poi noleggiare un auto e in circa 540 km sarete ad Antalya, dove potrete rilassarvi in un autentico hamman turco. Da Antalya potrete risalire verso la splendida costa di Fethiye, poi deviare all’interno verso Pamukkale, prima di giungere a Efeso.

Dopo la visita di Efeso potrete risalire fino a Istanbul, eventualmente con un’ultima sosta a Bergama. Qui sorge l’antico sito ellenistico della splendida Pergamo, con il suo teatro arroccato in una posizione spettacolare e ultra panoramica.

6 cose da non perdere a Istanbul

 

Istanbul non è Turchia, è un melting pot di Oriente e Occidente, uno snodo crocevia di due culture e di un flusso di persone, cose e odori più disparati. Il tutto con un fascino unico. Molte sono le attrazioni in grado di catturare sia grandi che piccini, ma vi vogliamo segnalare almeno queste sei:

  1. Santa Sofia, Chiesa ortodossa, poi cristiana, poi Moschea e infine sconsacrata per divenire museo: l’immensa Santa Sofia rappresenta l’anima di Istanbul racchiusa in un solo edificio.
  2. La moschea blu o Sultanahmet camii è una moschea immensa e suggestiva, la sua sala della preghiera con le maioliche turchesi e la luce che filtra dalle tantissime finestrelle, dona un’atmosfera quasi surreale.
  3. Il palazzo Topkapı, residenza del sultano e centro amministrativo dell’Impero Ottomano, un regno durato oltre quattrocento anni!
  4. La cisterna Basilica, la cisterna sotterranea più grande mai costruita in città risale all’epoca dell’impero romano d’Oriente e con la sua atmosfera buia e misteriosa sarà un’avventura extra per i vostri bambini!
  5. Il quartiere di Galata, pittoresco e autentico quartiere di origine genovese, situato a Nord del Corno d’Oro. Il Tunel, la sua funicolare sotterranea, è la seconda linea metropolitana più antica al mondo dopo quella di Londra!
  6. Visitare un Bazaar, possibilmente il Gran Bazaar. Si tratta dell’ antichissimo mercato di Istanbul che comprende più di 3000 negozi, mentre gli amanti delle spezie non potranno farsi scappare l’occasione di passeggiare per il Bazaar delle Spezie, ricco di colori e profumi straordinari.

Nadia F. in collaborazione con Elena Ridolfi

 

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!