Cosa vedere nelle Langhe in 2 giorni

Shares

Cosa vedere nelle Langhe in 2 giorni? In un weekend nelle Langhe, se è la prima volta che visitate questa zona, ci sono alcuni punti di partenza imprescindibili su cosa fare e cosa vedere.

COSA VEDERE NELLE LANGHE IN 2 GIORNI: ANDAR PER BORGHI 

Il primo è il borgo di Barolo, incantevole per una passeggiata e interessante per fare una visita anche al WiMu, il Museo del Vino. E’ stato istituito nel 2010 all’interno del duecentesco Castello Felletti, ora di proprietà comunale. Farete una bella immersione nella storia e nella civiltà enoica, grazie anche ad un approccio multimediale che agevola la visita.

Una volta qui cercate l’ instagrammabilissima cappella di Barolo, ovvero cappella delle Brunate, dedicata alla Madonna delle Grazie. Il suo allegro aspetto coloratissimo, grazie all’intervento di artisti contemporanei del calibro di Sol LeWitt e David Tremlett nel 1999, e la sua posizione in mezzo alle vigne, ne fanno sicuramente un luogo meritevole di una visita. La cappella si trova in realtà nel comune di La Morra e non più a Barolo.

Per visitarla si lascia la macchina in uno slargo e si completa il percorso a piedi in discesa in meno di 10 minuti. Una volta a La Morra, sarete già vicini alla prossima tappa imperdibile delle cose da vedere in 2 giorni nelle Langhe: una visita al borgo e a qualche cantina di La Morra.

Non dimenticate di fare una sosta, prima dell’ingresso del paese, alla panchina gigante rossa della Serenità alle porte di La Morra. Arrampicarsi qui e fotografarsi sarà una festa per grandi e bambini! Più sotto vi spiego meglio delle panchine Giganti delle langhe.

Oltre a visitare il bel borgo a La Morra vi consiglio di sostare, per pranzo, per cena, o anche solo per un bicchiere di vino al tramonto nel grazioso locale “More e Macine”. Di questo, come di un altro ristorante, vi parlo più sotto nella sezione “Dove mangiare in un weekend nelle Langhe”.

Inoltre, nel parcheggio principale del centro di La Morra si trova un bel parco giochi all’aperto con una terrazza che offre un’incantevole vista sulle Langhe: una piacevole sosta per i genitori e giochi originali e spassosi per i bimbi, se ne avete!

 

ANDAR PER CANTINE

Cenando da “More e Macine” abbiamo assaggiato un vino Nebbiolo che ci ha conquistato per cui poi siamo andati a visitare la cantina Enzo Boglietti, appena al paese, per fare qualche assaggio e poi fare scorta di questo vino. Scegliete la cantina di vostro gradimento in base ad assaggi fatti nei bar o ristoranti locali e poi visitate almeno una delle cantine delle Langhe, se non varie. E’ una delle esperienze assolutamente imperdibili da queste parti!!

Altre due cose da fare nei dintorni di Barolo e La Morra sono visitare il borgo di Grinzane Cavour, suggestivissimo con il suo castello arroccato in posizione dominante. Il possente castello medievale è sede dell’enoteca regionale e centro dell’azienda agricola di proprietà della famiglia Cavour. Proprio il famoso conte di Cavour fu Sindaco di questo paese per ben diciassette anni. Il Castello è visitabile dalle 10 alle 19, tranne il martedì. In periodo di Covid vi consigliamo di prenotare la visita, qui tutti i contatti.

Barbaresco è un’altra tappa interessante. Il paese è carino, anche se non quanto Barolo. Vi consiglio di venire qui soprattutto se, come noi, siete amanti dell’omonimo vino. All’Enoteca regionale del Barbaresco, in Piazza del Municipio, potrete trovare tutte le principali cantine produttrici e degustarne i vini, previa prenotazione. A noi è piaciuta molto la cantina Produttori di Barbaresco. 

La torre è stata restaurata dopo anni di abbandono: oggi un ascensore panoramico porta i visitatori fino a 13 metri di altezza per una vista mozzafiato.  

Un altro borgo imperdibile è Monforte d’Alba, inserito tra i borghi più belli d’Italia dal 2018. E’ davvero suggestivo e reso unico dall’Anfiteatro Horszowski con seduta all’aperto ricavata dalla pendenza naturale del terreno, circondato dalla chiesa e dalla Torre Campanaria. Da qui si gode una vista incredibile.

Da questo incredibile punto di osservazione scorgerete anche una delle ben 2 panchine giganti di Monforte. La panchina viola che si trova in Via Camillo Benso Conte di Cavour 24,, anche da qui si gode di una vista splendida!L’altra panchina gigante, quella fucsia, secondo noi è in posizione ancora più suggestiva e si trova in località Castelletto. Per trovarla mettete direttamente “Cascina Gramolare” su Google Maps.


Neive, si trova nella zona del Barbaresco ed è uno tra i borghi più belli d’Italia. Il suo centro Medievale, arroccato su un’altura è rimasto particolarmente intatto ed è anche un ottimo punto panoramico. Il centro del borgo è Piazza Italia con il palazzo del Comune e la Chiesa ortodossa, fede che accomunava tanti braccianti accorsi qui dalla ex-Jugoslavia. Il bello di Neive però non risiede nei singoli monumenti quanto nel passeggiare per le sue viuzze ed ammirare i suoi splendidi palazzi ben conservati e assaporare la sua atmosfera.

Appena fuori dal centro abitato, in Via Crocetta si trova anche la panchina gigante verde smeraldo di Neive.

 

SCOPRIRE LA STRADA ROMANTICA DELLE LANGHE

Neive è anche la terza tappa lungo la Strada romantica delle Langhe, preceduta da Vezza d’Alba e da Magliano Alfieri. Lçe tappe in tutto sono undici e qui vi lascio il sito per maggiori informazioni. Sicuramente merita di essere percorsa in auto, e ancor più se siete in moto. 

 

DOVE DORMIRE PER UN WEEKEND NELLE LANGHE

Proprio lungo la strada romantica delle Langhe, nei pressi di Benevello, si trova il il B&B Ca’ Pavaglione. Una sosta qui è, secondo noi, un’altra esperienza che vi consigliamo da fare nelle Langhe in 2 giorni, soprattutto se siete con bambini.

Ca’ Paviglione si trova per la precisione a San Bovo di Castino, poco lontano da Alba. Qui potete dormire, noi lo abbiamo fatto e siamo molto soddisfatti del nostro monolocale con 4 posti letto e angolo cucina. Oppure fermarvi per una colazione (ottima e abbondante) o per un pasto. Telefonate solo per concordare l’apertura della cucina quando interessa a voi.

Questo posto fa servizio colazione e snack perchè si trova lungo una via di transito di percorsi da fare in bici o e-bike alla scoperta delle Langhe. Se siete appassionati di ciclismo questo può essere il posto di partenza che fa per voi.

A noi invece la cosa che è piaciuta di più, oltre l’atmosfera rilassata del luogo, è la presenza di simpatici asinelli nel recinto proprio adiacente la zona dove si mangia e si fa colazione. C’era anche un cucciolo di asinello allattato con il biberon e i bimbi sono impazziti!

A poca distanza poi, potrete andare a sbirciare gli animali da fattoria di una tenuta proprio adiacente a Ca’ Pavaglione. C’erano altri asini, oche, caprette, galline…i bambini ci sono voluti andare ogni mattina  e ogni pomeriggio. Fate attenzione al filo di recinzione che delimita la fattoria da un terreno circostante, quando siamo stati noi era attivato e un bimbo che era con noi ha preso una piccola scossa. Non essendo la fattoria di proprietà del B&B non possono obbligarli a disattivarlo.

 

COSA VEDERE NELLE LANGHE IN 2 GIORNI: CONSIGLI GASTRONOMICI 

  • Ca’ Pavaglione potrà procurarvi anche delle ottime tome da portare a casa. Noi abbiamo preso la celebre Robiola di Roccaverano e un’ottima toma di capra. Se passate di qui abbiamo delle altre ottime soste gastronomiche da consigliarvi:
  • il Panificio Pasticceria Forno a Legna di Sarotto Claudio, che trovate su Google Maps. Ottime le focacce, ma anche pizze e i dolci. Potrete trovare anche i celebri baci alle nocciole in versione mignon. 
  • A pochi metri la Macelleria Sirio Giampiero E C. Snc è un’ottima e onesta tappa per portarvi a casa dell’ottima carne piemontese. La carne vi verrà messa sottovuoto, questa bottega è consigliata anche dalla guida il Golosario di P. Massobrio.

 

DOVE MANGIARE PER UN WEEKEND NELLE LANGHE

  • Nello stesso borgo si trova un localino che vi consigliamo soprattutto per degustare degli ottimi piatti di formaggio. E’ il ristorante bar Otto Benevello.
  • More e Macine a La Morra. Il nostro preferito durante i Noi abbiamo cenato qui e lo abbiamo trovato di ottima qualità. I vini oltre a essere di qualità top avevano anche un rincaro più che onesto. Carina la location interna e la terrazza esterna era ancora meglio, ideale anche per chi ha bambini perchè attigua ad un giardinetto. Vi consiglio di prenotare perchè è quasi sempre pieno.

 

COSA VEDERE NELLE LANGHE IN 2 GIORNI: LE PANCHINE GIGANTI 

Le panchine Giganti sono spuntate per la prima volta proprio nelle Langhe e sono frutto del Big Bench Community Project, un’idea di Chris Bangle, abitante di Clavesana dove infatti realizzò la prima panchina nel 2010. In soli 10 anni le panchine sono diventate oggi 113. Dal Piemonte si sono diffuse in altre aree del Nord Italia, qualcuna nel Sud Italia e in altri Stati europei. 

La ragione del loro successo? Un’idea semplice, ma efficace. L’uso diverso di un oggetto familiare. Ma ingigantito ed inserito in un contesto panoramico, accessibile, “social” nel senso che si presta alla fruizione sociale anche collettiva. C ‘è spazio per la famiglia, per gli amici, sulle panchine di Chris. solo che cambia la prospettiva, ci si sente bambini, esploratori, si ha voglia di ammirare il paesaggio e di condividere questa esperienza con gli altri.

Per guidarvi nella ricerca delle panchine giganti da vedere in 2 giorni nelle Langhe potete consultare questa mappa.

L’itinerario che vi suggerisco io in questo post vi permetterà di vederne almeno 4: 

  • quella rossa della Serenità a La Morra;
  • 2 rosa e fucsia a Monforte d’Alba, entrambe in posizione molto panoramica;
  • 1 nei pressi di Neive.

QUANDO ANDARE NELLE LANGHE?

Il periodo più gettonato per andare nelle Langhe è l’autunno, anche perchè si concentrano importanti eventi quali la fiera del tartufo di Alba. Sicuramente è un ottimo periodo, anche per il clima, ma tenete presente che è un pò l’alta stagione delle Langhe quindi più folla, più strutture piene a prezzi non troppo convenienti.

Anche la primavera potrebbe essere un periodo ideale a livello di clima. Dopo esserci stata in autunno e a giugno mi sento di consigliarvi anche quest’ultimo mese. Fa un pò più caldo, ma si può ancora girare senza morire di caldo. Il paesaggio è rigoglioso, un mare verde di viti e alberi e fiori a tratti.

Sicuramente si trova anche molta meno gente in giro il che è molto rilassante. Noi abbiamo sfruttato la settimana del Bed & Breakfast Day italiani, ovvero stai 2 notti paghi 1, per cui la cosa è stata anche molto conveniente!

Fatemi sapere se vi sono piaciuti i miei consigli per visitare le Langhe o se ci siete già stati e volete aggiungere qualcosa.

 

NELLE LANGHE CON BAMBINI

Come vedete si può andare nelle Langhe anche con bambini, come abbiamo fatto noi con i nostri amici Francesca e Fabrizio e i loro figli, oltre ai nostri naturalmente! Se andrete con i bambini potete anzi scrivermi nei commenti per chiedermi ulteriori consigli. Io intanto vi lascio il link al post con hotel consigliati – e provate da noi – dove dormire con bambini nelle Langhe, anche piccoli.

 

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

2 risposte

  1. Io abito proprio al confine tra Langhe e Roero quindi conosco bene questi posti e trovo che siano bellissimi – ma sono un po’ di parte ovviamente!
    Sono stata da More e Macine poco prima della chiusura totale per il covid e ora mi hai fatto venire in mente che potrei tornarci questo weekend 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!