Dove sciare con bambini in Trentino: l’Alta Badia

Shares

Dove sciare con bambini in Trentino Alto Adige? Il Sasso Croce a San Leonardo in Alta Badia è il posto di cui siamo innamorati e frequentiamo da anni, sia in estate sia in inverno. E oggi vi voglio spiegare perchè lo trovo un posto ideale per iniziare a sciare con bambini.

PISTE E INNEVAMENTO AL TOP IN TRENTINO ALTO ADIGE

In Trentino Alto Adige il livello di qualità, cura e manutenzione di piste e impianti è tra i migliori al mondo. L’innevamento naturale raramente è carente, ma in ogni caso le infrastrutture per l’innevamento artificiale sono ottime ovunque. L’Alta Badia, in questo contesto, ha standard ancora superiori alla media dell’Alto Adige. Inoltre, il punto di partenza scelto da noi, il Sasso Croce, fa parte del comprensorio Alta Badia, nonchè dell’intero circuito Dolomiti SuperSki. Con lo Skipass Alta Badia, dunque, scierete nei paesi di Corvara, Colfosco, San Cassiano, La Villa e Badia e fino ai passi di Campolongo, Falzarego e Gardena, per un totale di 130 km di piste e 53 impianti di risalita.

Volendo esagerare potrete optare per lo Skipass Dolomiti Superski, uno dei maggiori comprensori esistenti, e potrete usufruire del collegamento diretto a 12 diverse aree sciistiche per un totale di 450 moderni impianti di risalita e 1200 km di ineguagliabili piste, compresi 500 km di piste del comprensorio sciistico attorno al Gruppo del Sella, alle aree sciistiche di Cortina D’Ampezzo e Plan de Corones.

IL SASSO CROCE IN ALTA BADIA

Tutta questa abbondanza è un ottima opzione da poter sfruttare, ma se, come noi, avete bambini che stanno per debuttare sugli sci, o comunque hanno appena iniziato a sciare, potrete tranquillamente stazionare sugli impianti del Sasso Croce, che noi amiamo particolarmente. Perchè ci piacciono tanto? Sono moderni, efficienti, piuttosto tranquilli, con piste molto belle e lunghe nella parte alta, e un ottimo skilift baby, con pista sia a destra che a sinistra, alla partenza degli impianti.

Sono le piste che più apprezziamo di tutte le località dell’Alta Badia e hanno anche il grande vantaggio che qui si trova un pò meno folla, cosa molto apprezzabile quando si sta imparando a sciare e si rischia di essere linciati da chi si sente “Alberto Tomba dei giorni nostri” e deve scendere per forza a 120 km/h, incurante del prossimo.

Per non parlare dei tramonti e dei crepuscoli che vi regalerà il Sasso Croce, quando le sfumature delle sue rocce si tingono di toni meravigliosi, cangianti dall’arancione al porpora. E ancora il paesaggio caratteristico delle case e dei paesini alto atesini, a San Leonardo e a Badia nel pieno del loro carattere tipico e autentico.

Qui trovate maggiori info e, se scorrete fino in fondo, anche la mappa della zona sciistica del Sasso Croce a Badia.

Ovviamente qui si trova anche un’ottima scuola sci, quella di Badia Pedraces, collegata al complesso di scuole sci dell’Alta Badia. Vi è, inoltre, una seggiovia che collega direttamente Badia con gli impianti di La Villa, sede anche della celebre “Gran Risa” pista utilizzata per lo Slalom gigante della Coppa del Mondo di Sci. Da La Villa potrete prendere il via per tutto il comprensorio Alta Badia o addirittura il Giro del Sella.

COME RISPARMIARE PER SCIARE CON BAMBINI IN TRENTINO ALTO ADIGE

Naturalmente tutta questa abbondanza non è gratuita, per cui vediamo come riuscire ad ottimizzare i costi per una vacanza con tutta la famiglia.

SKIPASS PER ADULTI E PER BAMBINI

Ecco alcuni accorgimenti quando ci sono anche i bambini che sciano. Quando si è agli inizi possono convenire le tessere a punti, MA ricordatevi che i bambini fino ad 8 anni possono sciare gratuitamente SE c’è un adulto pagante. Se invece optate per la tessera a punti li consumeranno anche loro perchè non si usufruisce della gratuità.

Quindi, se non si scia proprio poco, vi consiglio di fare il giornaliero o l’abbonamento per più giorni almeno per un genitore, in modo da avere anche il bimbo gratis.

In bassa stagione un giornaliero per adulto lo abbiamo pagato 52 €. Per altri componenti che sciano poco, o per i giorni in cui si sciasse solo mezza giornata, può essere utile la tessera a punti. In bassa stagione quella da 2.100 punti costa 150 €, mentre quella di 1.000 punti costa 80 €. Per consultare tutte le opzioni e tariffe potete visitare la pagina ufficiale.

SCEGLIERE LA GIUSTA STAGIONE PER RISPARMIARE

Un altro accorgimento utile per ottimizzare la spesa sarebbe quello di capitare qui in bassa stagione! La bassa stagione va dal 7 gennaio al 1 febbraio. L’alta stagione invece va dal 22 dicembre al 6 gennaio, periodo in cui tutti gli alberghi sono pieni e la zona è affollatissima, per cui per iniziare a sciare mi sentirei di sconsigliare queste date, già a prescindere dal costo maggiore. L’alta stagione va poi dal 2 febbraio al 21 marzo.

Quindi gennaio si presenta come opzione migliore per risparmiare, questo vale anche per le tariffe della stragrande maggioranza degli hotel/residence, etc. Meglio arrivare dall’11 gennaio in poi, così sarete in bassa stagione anche per la scuola sci (ahimè, noi non lo sapevamo!).

Ma veniamo a qualche informazione utile se avete bambini che devono imparare a sciare.

GUARDA IL NOSTRO VIDEO SU DOVE SCIARE CON BAMBINI IN TRENTINO!

LA SCUOLA SCI DEL SASSO CROCE IN ALTA BADIA

Questa scuola sci è molto seria e preparata, ma i prezzi non si possono certo definire economici. Vi diamo quindi qualche info e consiglio utile per risparmiare un pochino. Intanto sappiate che anche le scuole sci hanno tariffe suddivise in base alle stagioni. Qui il periodo che va dal 15 dicembre all’11 gennaio è considerato alta stagione, come dal 2 febbraio al 7 marzo. Potendo, vi consiglio quindi di venire dal 12 gennaio al 1 febbraio oppure dall’8 marzo, perchè la differenza è considerevole. 

Se poi volete spendere ancora meno scegliete la bassa stagione. ovvero dall’ 1 al 14 dicembre e dal 22 marzo al 14 aprile.

LEZIONI INDIVIDUALI

Anche la fascia oraria che sceglierete per le lezioni individuali avrà un prezzo distinto dalle altre. Ad esempio un’ora di lezione individuale IN MEDIA  STAGIONE tra le 8.30 e le 10 costa € 54,00, tra le 10 e le 13 € 58,00, tra le 13 e le 15 € 46,00 e dalle 15 alle 17 € 42,00.

CORSI DI GRUPPO

Ovviamente le lezioni di gruppo permettono di contenere un pochino la spesa e possono risultare anche più divertenti per i bambini, avendo la compagnia di altri coetanei, la gara a fine corso con premiazione, etc.

La durata minima di un corso di gruppo di sci è di soli due giorni, quindi fattibili anche per chi non si ferma un’intera settimana o per chi vuole alternare lezioni private, magari per cominciare, a scuola sci i giorni successivi. 

Ad esempio è possibile fare scuola sci il mercoledì l’intera mattina fino alle 12.45 + il giovedì tutto il giorno fino alle 15.30 al costo di 152 € (il prezzo è di alta stagione, il periodo in cui purtroppo eravamo noi fino all’11 gennaio). Calcolate un pò meno nelle altre stagioni. Qui potete consultare tutte le info desiderate sulla scuola sci. C’è anche la possibilità di fare due giorni interi, scegliendo il giovedì e il venerdì, oppure combinazioni da tre o più giorni.

LA NOSTRA ESPERIENZA DI SCUOLA SCI

Noi avevamo la nostra Laura di 6 anni al debutto assoluto sugli sci. Abbiamo optato per farle fare due lezioni individuali col maestro i primi due giorni e poi sciare un pochino col papà. I due giorni successivi ha fatto il corso di gruppo prima mezza giornata e poi l’ultimo giorno intero con gara intorno alle ore 15.00. Un percorso molto semplice e dedicato, con tanto di porte di slalom gigante, a fianco alla normale pista dello skilift baby.

A seguire c’è stata la premiazione dei vari gruppi e livelli, con i primi tre di ogni gruppo sul podio con tanto di coppa. La nostra piccola è arrivata terza ed era felicissima per la sua coppa! Tutti partecipanti, inoltre, hanno ricevuta la medaglia e fatto la foto di gruppo, oltre poi a ricevere il loro attestato personale, che Laura conserva ancora gelosamente! 

Infine, visto che restava ancora un giorno, le abbiamo fatto fare un’ultima lezione individuale di perfezionamento, in cui è andata già sulle piste rosse!! Tra poco scierà già come me!!

Se vi interessa fare tutta la settimana sicuramente i pacchetti più convenienti sono quelli da 5 giorni, sempre giornata intera, a 320 € in media stagione (tariffe 2020, verificate sul sito o al telefono per le tariffe aggiornate).

Infine, per completezza di informazione, sappiate che la scuola offre anche lezioni per adulti, sia individuali che collettive, e  lezioni di snowboard sia per adulti che per i bimbi.

E SE CI SONO BAMBINI CHE NON SCIANO?

L’ideale è fare i turni. Si possono alternare mamma e papà tra sciare e fare babysitting, oppure coinvolgere anche i nonni nella vacanza, se sono appassionati della neve come nel caso dei miei genitori!

Alla partenza della pista baby del Sasso Croce c’è una mini area giochi con collinetta da scalare, o da scendere a tutta velocità in slittino o gonfiabili. Gli slittini si possono affittare nei centri che noleggiano gli sci.

In quota a La Villa e a San Cassiano, poi, sempre in Alta Badia sappiate che troverete qualche giochino. Ai miei bimbi, ad esempio, è piaciuta molto la “Tana dell’Orso” in cima a Piz Sorega a San Cassiano. Qui si trova anche un sentiero per slittini e un chiosco che li affitta.

Però vi voglio parlare anche di un’altra possibilità, se una volta voleste provare l’ebbrezza di sciare tutti insieme! Nel paesino vicino, a La Villa, c’è un servizio di “asilo nido” o centro invernale, collegato alla scuola sci di La Villa. Si chiama “Kiba Projects” e offrono il servizio di assistenza anche a ore. Noi abbiamo pagato 23 € per lasciare due ore presso il loro asilo il piccolo Simone di due anni e mezzo. La struttura è molto carina, e offre anche il servizio mensa volendo, o pacchetti per più ore.

COME VESTIRE I BAMBINI SULLA NEVE ?

Ho raggruppato tutti i consigli per vestire i bimbi in inverno in climi freddi in questo post, frutto della nostra esperienza in inverno in Norvegia! Ramponi a parte, tutto il resto vi sarà utile, se non indispensabile, anche semplicemente sulla neve delle Dolomiti!

DOVE MANGIARE SUL SASSO CROCE IN INVERNO

In base alla nostra pluriennale esperienza, vi consiglio dove magiare sulle piste del sasso Croce a Badia.

Il rifugio La Crusc, vicino al santuario, è il più rinomato. Per guadagnarvi la sua ottima cucina, però, dovrete prendere la seggiovia alla base del Sasso Croce, poi la nuovissima ovovia riscaldata e, tolti gli sci dai piedi, percorrere un sentierino in salita per una decina di minuti, in mezzo alla neve e col fantastico sfondo del Sasso Croce davanti agli occhi. Gli sci si possono lasciare all’arrivo dell’ovovia. A giudicare dalla quantità di persone che compiono questo tragitto ogni giorno all’ora di pranzo, la bellezza del paesaggio ed il cibo gustato vi ripagheranno dello sforzo! Noi abbiamo preso qui un dolce l’estate scorsa ed era ottimo…Mio padre si ricorda ancora il piatto di uova, speck e patate gustato qui qualche inverno fa!

Per chi è con bambini potrebbe essere più comodo il rifugio Lee, alla destra quando si arriva in quota con la prima seggiovia (la può prendere anche chi non scia, e tornerà indietro sempre in seggiovia). Qui noi abbiamo sempre mangiato bene a base di piatti tipici tirolesi, tranne una volta quest’inverno. Si trattava forse di una giornata no, o in cui il cuoco era malato, in ogni caso date una chance a questo posto caratteristico in posizione meravigliosa. Ha accanto a sè delle tende in stile indiano e degli alpaca che piaceranno molto ai bimbi. In estate offre anche tantissimi giochi per bambini e si trova in posizione ideale per alcune passeggiate per famiglie.

Inoltre, il più comodo e della cucina raffinata per noi è stato Apres Ski la Munt, il locale alla base della partenza della seggiovia del Sasso Croce, in prossimità del parcheggio. Questo posto, molto curato e caratteristico, è ideale anche con bimbi piccoli e con chi non può/vuole prendere la seggiovia. La cucina è molto valida e varia, davvero consigliato!

DOVE DORMIRE IN ALTA BADIA, AI PIEDI DEL SASSO CROCE

Ogni sistemazione che troverete a San Leonardo di Badia, il paesino appena sopra il Sasso Croce, sarà accogliente e curata come solo in Val Badia sanno fare. Ci sono pensioncine, ma anche affittacamere o appartamenti che vi permetteranno di spuntare tariffe migliori.

Noi siamo degli affezionati dell’Hotel Cavallino, dove siamo stati più volte nel corso degli anni, sia in inverno che in estate, e non ci ha mai deluso. Offre camere in hotel, ma anche residence e qualche appartamento in giro per il paese. E’ ottimo il rapporto qualità-prezzo. C’è anche una piccola Spa, per gli amanti del genere come noi!

DOVE NUOTARE CON BAMBINI IN ALTA BADIA E NELLE DOLOMITI

Se non avete la fortuna di alloggiare in un hotel con piscina coperta, sappiate che in Alta Badia ci sono dei centri benessere con piscina aperti anche a clienti esterni, ma nessuno accetta bambini, ahimè li ho chiamati tutti! Quindi l’unica opzione è la piscina comunale di La Villa, aperta in determinati giorni e orari aperta anche al nuoto libero di adulti e bambini.

Se gli orari di questa piscina non fanno al caso vostro potrete spingervi nel grande centro acquatico Mar Dolomit di Ortisei, in Val Gardena, a circa un’ora di guida da Badia. Qui c’è una grande piscina per i corsi di nuoto, due simpatiche vasche al coperto per bambini, uno scivolo interno, una vasca idromassaggio coperta, una vasca esterna con getti idromassaggio e vista mozzafiato sulle Dolomiti! E per la gioia dei genitori un ampio centro benessere con tante saune e bagni turchi di vari tipi!

E voi? Avete già iniziato a far sciare i vostri bambini? E se sì, dove?? Come vi organizzate con i turni tra mamma e papà o con i fratellini/sorelline che ancora non sciano? 

Avete già provato anche voi il Trentino Alto Adige in inverno con bambini? Raccontatemi tutto nei commenti!

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *