5 ALBUM CHE PORTEREI SU UN’ISOLA DESERTA

Shares

5 ALBUM CHE PORTEREI SU UN’ISOLA DESERTA 

#DesertIslandrecords

Grazie a WhereareAleandVale, inventori di questo tag. E grazie a LeMurinviaggio per la nomination!

Unica regola per la scelta di questi 5 dischi da portare su quest’isola deserta: “Non valgono le raccolte, i best of, i greatest hits e compagnia bella.” Infine passare la palla ad altri 5 blogger dopo aver scelto la propria selezione!

Musicalmente mi consideravo un’esterofila, invece quando ho iniziato a pensare  ai 5 album che porterei su un’isola deserta – che mi sembra si stia affollando! – ne ho inseriti ben 2 italiani…

N. 1) Articolo 31 – Messa di Vespiri – 1994

Iniziamo, infatti, con gli Articolo 31! Tanti anni fa J Ax e colleghi sono stati il mio primo concerto…In trasferta a Milano, io e la mia cara amica siamo state ospiti a casa della mia nonnina milanese, appositamente per andare all’Alcatraz a vedere il loro concerto! Oggi per J Ax ancora niente 3 piedi…ma lui scivola dai monopattini sul palco e io vengo depennata da un blog tour perché allatto il mio secondo pargolo! C’est la vie!
 
Il concerto si aprì con una pianta di Maria sul palco… solo loro potevano farlo, sensazionale! Ohi Maria è una canzone storica di una generazione, chi non ne conosce le parole?! J Ax ha portato nella mia adolescenza musicale, fatta di cover cantate da ragazzine di Non è la Rai, l’intelligenza, l’ironia e il divertimento! Tra l’altro mi é sempre sembrata una persona autentica, anche se non ho mai avuto il piacere di constatare di persona! Sigh! ?
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”l7p-lWTf8c8″]
Un’altra cosa che ho perso per me è una poesia bellissima, con quel giusto tocco di malinconia. Ma è anche il giusto atteggiamento da adottare nella vita – se vogliamo un po’ di bene a noi stessi- quando finiamo una storia con una persona che ci ha usato o illuso.
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”MO5jhpr6DJA”]
 

N. 2) U2 – THe Joshua Tree – 1987

Dopo una parentesi di boy-band (quasi dovuta per un’adolescente!) sono arrivata alla “rock band” di fine secolo per eccellenza: gli U2. Mai soprannome fu più azzeccato di “Bono Vox“. Voce incredibile su testi stupendi…e poi le note…come in “With or without you”.
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”XmSdTa9kaiQ”]
Oppure “Where the streets have no names”, ispirato alla stratificazione urbana e sociale allo stesso tempo delle strade di Belfast.
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”Eo8I3UQbW8s”]
Parlando di U”, se vi è venuta voglia di fare un giretto a Dublino e in Irlanda ecco un paio di dritte!
Chiaramente degli U2 porterei tutta la discografia, compresi i due best of. Però ligia alle regole ho fatto la mia scelta con lo splendido The Joshua Tree che contiene le due canzoni sopra. Tra l’altro in questi giorni gli U2 sono in Italia per le tappe italiane del “The Joshua Tree tour”. Un ritorno alle origini?!

N. 3) BLUR – “BLUR” – 1997

Passiamo ad un altra band straniera, “Brit rock”, i mitici Blur.
Song 2 per me è un’icona. Di un’epoca, di una fase della mia vita. Ricordo ancora quando la si pogava in discoteca. E la volta mitica in cui la ascoltammo suonata live al loro concerto all’Alcatraz di Milano con la mia coinquilina. A fine canzone ci ritrovammo dalla quindicesima alla terza fila, come per magia!
Per me rappresenta la necessità di sfogarsi e di scacciare tutte le preoccupazioni e i brutti pensieri che ci opprimono a qualsiasi età e in qualsiasi momento. È la mia suoneria sul cellulare da una quindicina di anni e non la tradirei mai!!!
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”f68VJQc7qys”]
Scelta scontata dunque per l’album “Blur” del 1997, che contiene altri bei pezzi. Sapevate che anche David Bawie figura tra gli autori di M.O.R.?
 
N. 4) Subsonica – Microchip emozionale – 1999
Ecco il secondo album italico. Con loro si apre un nuovo genere, rock elettronico made in Italy, ma sono i testi la cosa che amo di più. Samuel e compagni hanno sfornato – e lo fanno tuttora – un sacco di belle canzoni e bei ritmi. Microchip emozionale secondo me contiene ben 4 di questi capolavori. In primis Tutti i Miei Sbagli, seguito da Disco Labirinto, Liberi tutti e la mitica Colpo di Pistola.
Questo album sull’isola scaccerà via sicuramente un pò di noia.
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”Z82IulrBRzA”]
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”lrig9EXakZw”]
Finora con gli album sono stata nostalgica per cui con l’ultima scelta vorrei guardare un po’ al presente e al futuro. Se mi passate una radio al posto di un album sono pronta a rinunciare a quest’ultimo per la mitica Virgin radio. Rock come piace a me, e poi sull’isola deserta una stazione radio mi farebbe un po’ di compagnia… E sarei sempre aggiornata sulle nuove uscite!
Adoro la radio, ascoltarla mentre guido…penso sia una realtà che non tramonterà mai. Pensate alle prime radio di musica pop – rock, è stata una svolta epocale! Avete presente il film “I love radio rock“? Per me è fantastico.
5 ALBUM CHE PORTEREI SU UN'ISOLA DESERTA
Non è che si può portare anche un dvd o un tablet sull’isola per vederlo?!
 5) L.P. – Lost on You – 2016
Se la radio proprio non può passare sceglierei l’ultimo album di L.P. Lei è un’artista che mi ispira molto. Una cantautrice che credo produrrà altri bei pezzi. Quindi in segno di fiducia chiudo ballando sulle note di Lost on you e Other People…
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”boeuk8N_Gsw”]
[tg_youtube width=”215″ height=”135″ video_id=”cuQMXhYMnUc”]
 
Se queste scelte vi ispirano abbiamo creato la playlist di #desertislandrecords by Piccoli Grandi Viaggiatori!
 
Ho sempre amato il binomio musica + viaggio, quindi se non ne avete abbastanza dei miei gusti musicali ecco il mio post “Playlist per i vostri giri intorno al mondo”!
 
Siamo curiosissimi di sapere quali vi piacciono, quali avreste lasciato a casa…ma sopratutto la vostra selezione! Per cui fatevi sotto con i commenti. Inoltre, nominiamo a nostra volta 5 blogger:
 Spero vi divertiate come ci siamo divertiti noi a scrivere questo post!
Se ti è piaciuto questo articolo condividilo!
Shares

2 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!