CANADA OCCIDENTALE CON BAMBINI: COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO PERFETTO

Shares

ORGANIZZARE UNA VACANZA IN CANADA

Canada Occidentale con bambini: come organizzare il viaggio perfetto.  In questo mio primo post sul Canada  vi guido passo dopo passo all’organizzazione della vostra vacanza con bambini. Vi esporrò tutti i dubbi che mi sono venuti in mente e come li ho risolti! E poi vi racconterò l’itinerario studiato con molta attenzione dalle Montagne Rocciose fino a Vancouver on the road. Per finire in bellezza con un salto a Toronto e Niagara Falls.

L’inizio nei  Parchi canadesi ci hanno emozionato tantissimo, sia nei Banff e Yoho National Parks, sia nel Jasper National Park e lungo celebre Icefield Parkway. Lo consideriamo uno dei luoghi più spettacolari al mondo. Ma prima parliamo  un attimo in generale della…

DESTINAZIONE CANADA

Se nel 2017 si sono celebrati 150 anni dalla nascita dello Stato federale con ampi festeggiamenti ovunque,registrando il record assoluto di presenze con 20.8 milioni di turisti, il 2018 potrebbe essere meno affollato e più che mai meritevole per un viaggio in questo luogo incantevole. Meno affollato di turisti europei, forse, ma non di quelli cinesi! Perchè? Il dinamico ente del turismo canadese ha proclamato il 2018 “l’anno del turismo Canada-Cina”, con eventi di promozione in tutto il territorio. E così anche questa stagione turistica apre all’insegna di iniziative e attenzioni da parte del governo canadese, a beneficio di tutti i turisti internazionali.

I PRIMI 4 STEP PER ORGANIZZARE IL VOSTRO VIAGGIO:

1. Passaporti

Controllare lo status dei vostri passaporti e se scaduti rinnovateli. Se i vostri figli non ne possiedono ancora uno, andate in Questura a richiederne l’emissione. Vi raccomando di prendervi almeno un mese per completare questa procedura, in estate anche di più.

2. Volo

Nel contempo monitorate prezzi e migliori soluzioni di volo sugli appositi motori di ricerca voli. Io uso soprattutto Kayak.com, oltre a navigare poi sui siti delle compagnie che offrono i collegamenti più interessanti. Per noi erano KLM, Air France, Alitalia e Delta. In ogni caso prenotate il volo con alcuni mesi di anticipo, in particolare se partite in estate o sotto ponti e festività! Ad esempio, per partenze ad agosto vi consiglio di acquistare il volo transcontinentale entro febbraio per trovare un prezzo conveniente. Con i voli interni potete aspettare anche uno o due mesi in più. Dopo il volo potrete passare alla prenotazione auto: ecco qualche consiglio in base alla nostra esperienza.

3. Non appena avete tutti i passaporti in regola richiedete online l’eTA

E’ l’autorizzazione ormai diventata obbligatoria per chi  entra in Canada per via aerea e non è soggetto a visto d’ingresso. Il costo è di circa 5 euro per persona. Serve una carta di credito per effettuare il pagamento successivamente ad aver compilato il questionario sul sito del Governo canadese. A meno che la vostra pratica non rientri in casi particolari, dopo pochi minuti riceverete la vostra autorizzazione via  email.

4. Assicurazione viaggio

Come per gli Usa e tutti i Paesi extra UE, consigliamo assolutamente di stipularne una, almeno per le spese sanitarie e la responsabilità civile verso terzi. Con i bambini, però, suggeriamo anche per la cancellazione viaggio, sapete com’è, basta una malattia al momento sbagliato…Io ormai la faccio, anche solo per scaramanzia! Noi anni, prima ancora di diventare genitori, abbiamo scelto Columbus Assicurazioni, dopo accurate ricerche e comparazioni da parte della sottoscritta. Oltre alle tariffe competitive, ho apprezzato le loro condizioni e le loro franchigie, rispetto ai principali competitor…Da allora non l’abbiamo più tradita! Potete dare voi un’occhiata di persona sul loro sito.

Tempistiche: consiglialo la stipula entro un mese dalla partenza.

IN CANADA DOVE? PERCHE’ IL CANADA OCCIDENTALE

Quale parte scegliere del secondo Paese più grande al mondo? La scelta dell’itinerario del nostro viaggio in Canada è stata inizialmente travagliata. A rigor di logica sembrava più razionale scegliere gli stati dell’East Canada. Meno ore di volo per la bimba, tante cose interessanti da vedere: le città del Canada francese, le balene, etc. 

Eppure sentivo sempre quel richiamo verso la parte Occidentale. Sognavo i laghi e i ghiacciai delle Rocky Mountains, quei paesaggi sconfinati, Vancouver…

CANADA OCCIDENTALE CON BAMBINI: COME ORGANIZZARE IL VIAGGIO PERFETTO

Così dopo varie ipotesi e considerazioni, e anche qualche dibattito familiare, mi sono fatta coraggio e ho deciso per iniziare il nostro viaggio proprio dalle montagne Rocciose! Sette giorni a vedere uno dei luoghi più spettacolari del pianeta, le Rocky Mountains, poi via verso Vancouver lungo la Trans-Canada Highway ed infine volo interno da Vancouver a Toronto, che ci ha consentito di spezzare il rientro vedere questa interessante città, ma soprattutto una delle 7 meraviglie del mondo: le Niagara Falls.

YES, YOU CAN!

Inutile dire che col senno di poi non c’è stato alcun pentimento per questo itinerario effettuato con la nostra bimba di quasi 3 anni, che mi sento di consigliare tantissimo. E devo fare un ringraziamento. Ho sempre letto blog di viaggi prima di pianificare un itinerario, anche prima di aprire un mio blog. In questo caso a prendere la decisione finale mi ha spinto anche l’utilissimo post di Elena, una mamma viaggiatrice che aveva riportato la sua esperienza su un noto sito di viaggi. Lei raccontava del viaggio sulle Montagne Rocciose con la loro bimba di due anni: di come avevano affrontato il viaggio aereo, gli spostamenti in auto, le passeggiate. Di lì ho pensato: “Bene, ce la possiamo fare anche noi”… E quindi anche voi! È proprio questo che deve fare un blog di viaggi con bambini, secondo me: infondere ai genitori un po’ di sicurezza e di coraggio!

IL NOSTRO ITINERARIO – PRIMA PARTE:

Montagne Rocciose, on the road sulla Trans Canada Highway e Vancouver

GIORNO 1

Volo KLM  Linate-Amsterdam + Amsterdam-Edmonton. La compagnia aerea si rivelerà ottima perchè puntuale, comoda e child friendly. Segue pernottamento a Edmonton vicino aeroporto.

GIORNI 2-3

Noleggio auto e via per il Jasper National Park, dormiamo 2 notti in bungalow a Jasper. Visitiamo incredibili meraviglie, rapide, sentieri e laghi quali il Maligne Lake con la sua fotografissima Desert Island. Incontriamo i primi animali selvatici!

GIORNI 3-4

Percorriamo la mitica strada panoramica Columbia Icefield, passiamo dal Jasper al Banff National Park, pernottiamo 2 notti in un bel Lodge a Banff.

GIORNO 5

Torniamo indietro verso Lake Moraine e Lake Louise, poi visitiamo lo Yoho National Park – imperdibili le Takkawa Falls. Dormiamo nei pressi di Golden, nel magnifico Mount 7 Lodges. Il nostro era l’Eagle Lodge, immerso tra pini e scoiattoli, con la Jacuzzi sul terrazzo e ben 4 camere da letto! Qui racconto questa giornata – la più indimenticabile di tutto il viaggio – e trovate anche il video che riprende questo Lodge unico!!!

GIORNO 6

Attraversando il Glacier e il Mt Revelstoke National Parks, giugiamo a Revelstoke e dormiamo in un economico motel.

GIORNO 7

Sarà il giorno in cui percorreremo più km, per avvicinarci a Vancouver. Sosta piacevolissima per Laura al Kilby Historic Site, dove potrà dare da mangiare agli animali della fattoria e ai loro cuccioli. Pernottamento rilassante all’Harrison Hot Springs Resort e Spa.

GIORNI 8-9

Procediamo con calma fino a Vancouver, in serata visitiamo il suo porto. L’indomani lo Stanley Park, le sue isole, i micro birrifici, i ristoranti asiatici. In un solo giorno percorriamo 22 km a piedi (con passeggino)!

IL NOSTRO ITINERARIO – SECONDA PARTE: Toronto e Niagara Falls

GIORNO 10

In tarda mattinata prendiamo un comodo volo interno WestJet da Vancouver per Toronto dove, per via del fuso orario di 3 ore, è già sera per cui consumiamo un’ottima cena a Chinatown.

GIORNO 11

Giornata dedicata alla visita della città, CN Tower (per la verità una delusione), il centro e St. Lawerence Market, e poi di nuovo e Chinatown per replicare l’ottima cena cinese del giorno prima.

GIORNO 12

Escursione fai da te – full day – alle cascate del Niagara, all’andata in bus e al ritorno in treno. Bus della Greyhound partito in anticipo e molto comodo, il treno, molto più caro, arriverà con oltre un’ora di ritardo. Consigliamo di prendere il bus a/r. Passeggiata panoramica con tanti scatti fotografici, tour in battello “under the midst”, notevole. Infine, pranzo al ristorante girevole sopra la torre: consigliatissimo per la vista a 360 gradi, ma anche per il cibo!

GIORNI 13-14

Ancora mezzo giro per Toronto per salutare il Canada e poi, tramite l’efficientissimo treno, arriviamo in aeroporto. Ci imbarchiamo a fine pomeriggio per Amsterdam, dove arriveremo circa 7 ore dopo. Al mattino da Amsterdam voliamo su Genova sempre con KLM.

Considerazioni finali

L’itinerario ci è piaciuto tantissimo e Laura, la nostra bimba, si è comportata egregiamente. Per quanto vivace, in aereo è stata meglio di ogni previsione, anche nella tratta di 9 h Amsterdam,-Toronto! Si è adattata bene anche al fuso orario, forse perchè facendo ancora i sonnellini pomeridiani ha recuperato anche durante il giorno. È sopravvissuta anche al cibo canadese, grazie a pranzi a base di pane e prosciutto e frutta, cene a base di carne o presso ristoranti asiatici a base di riso. Chiaramente aver scelto qualche residence/appartamento con cucina si è rivelata una buona scelta per variare un po’ questo menu limitato!

In giro ci siamo gestiti abbastanza bene perchè la curiosità e la sete di vedere cose nuove ha prevalso su tutto. Avere ancora il passeggino ci ha evitato inutili fatiche per convincerla a camminare a piedi da sola…Anche quando i km sarebbero stati effettivamente troppi. Il giorno che abbiamo girato Vancouver a piedi in lungo e in largo lei è riuscita anche a dormire comodamente nel suo passeggino per quasi due ore!!! Dopo 15 giorni di vacanza era triste di tornare dall’aeroporto a casa. Ancora adesso, a distanza di mesi, mi racconta della neve sulle Montagne Rocciose e di quando ha dato da mangiare agli animali nella fattoria!

LINK UTILI

Elisa Scuto in collaborazione con Columbus Viaggi.

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

Salva

Salva

Salva

Shares

10 risposte

  1. Ciao, per questa estate vorremmo optare per Canada occidentale con bimbo di 12 mesi, da tua esperienza, é troppo piccolo per quel tipo di vacanza?

    1. Cara Valentina. Il Canada Occidentale come meta non ha nessuna controindicazione per un bimbo di un anno, anzi probabilmente soffrirà il fuso orario meno di voi! Le attenzioni maggiori che mi vengono in mente sono il volo a lungo raggio, non so se ha già volato o meno e quindi come reagisce. In ogni caso bisogna fare attenzione alle orecchie in fase di atterraggio/decollo con ciuccio, biberon e/o allattamento al seno di modo che la suzione gli faccia sentire meno il fastidio…E poi l’alta quota delle Rocky Mountains, ma basta non andare in cima alle vette, soprattutto con mezzi rapidi come funivie, etc! Per il resto il Canada è un paese molto child friendly 😉

    2. Ciao Valentina, una curiosità.. siete poi andati a fare questo viaggio con il vostro bimbo di 1 anno? Perché stiamo valutando anche noi questo viaggio per questa estate e abbiamo un bambino che ad agosto avrà 11 mesi… quindi vorrei sapere la tua esperienza! Grazie mille

      1. In attesa che ci risponda Valentina ti dico che, anche se Laura aveva un anno in più, noi abbiamo trovato un ambiente molto kids friendly. Uniche accortezze, non salire in cima alle vette per via dell’altitudine, occhio alle orecchie nel viaggio aereo. Vi consiglio di portare alcuni omogeneizzati preferiti di carne o pesce, etc. perchè in Canada tendono a mischiare più ingrediente insieme, anche negli omogeneizzati! E poi se amate camminare uno zaino porta bebè o un marsupio bello comodo sono ideali per non rinunciare al piacere di qualche bella passeggiata panoramica!

  2. Grazie davvero!! Si.. Cammina parecchio, si è fatta tutte le tre cime di Lavaredo! Mi metto a studiare allora.. E se ho bisogno di qualche dritta spero tu sia disponibile!! Magari ti scrivo su Facebook…

  3. Grazie!!! Fai davvero sembrare tutto molto semplice e fluido.. Siamo liguri anche noi e il Canada potrebbe essere la meta per il viaggione del 2019 con la nostra bimba che ha appena compiuto 5 anni. Sarebbe il primo grosso spostamento con lei.. In questi anni ci siamo “accomodati” in Italia..facendole fare dei bei trekking dove si è spinta con le sue gambine oltre i 2300 metri di altezza .. Per cui basta.. Bisogna prendere il volo!! È un bell’itinerario.. Hai prenotato tutto da qui?

    1. Se la piccola è una buona camminatrice il tutto sarà ancora più facile..e impazzira’ per tutti gli anim ali visibili nei parchi! Sì, ho prenotato tutto prima perché viaggiava in agosto. Le mie colonne portanti per scegliere gli hotel sono sempre la lonely planet del posto e booking: devo dire che il Canada è caro per gli alloggi, ma qualità top!

  4. Questa estate andrò proprio nel Canada occidentale dopo essere stata 2 volte nella parte orientale. Mio figlio va per i 3 anni e sarà la sua terza volta in terra canadese. Ce ne siamo davvero innamorati!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!