IN CORNOVAGLIA ALLA SCOPERTA DEL CORNISH PASTY

Shares

IN CORNOVAGLIA ALLA SCOPERTA DEL CORNISH PASTY

PORTHLEVEN

Nella nostra vacanza di 10 giorni in Devon e Cornovaglia, abbiamo scelto Porthleven come base per esplorare quest’ultima regione. In parte la scelta è dovuta al fatto che abbiamo voluto pernottare per 3 notti in quello che ci sembrava – e poi di fatto si è rivelato – un magnifico B&B. Il Beacon Crag sorge su una verde altura a strapiombo sul mare, con vista panoramica su prati, mucche, pecore, la costa di Porthleven e il faro. Oltre a questo è decisamente a misura di bambino. Ampia camera, con lettino aggiunto gratuitamente, staff gentile, possibilità di avere in prestito libri per bimbi.

Porthleven è un bella località con porticciolo, offre anche un food market ogni mercoledì mattina e un’interessante scena gastronomica. Il consiglio, però, è di prenotare in alta stagione. Noi per ben due sere di seguito siamo stati mandati via da più di un ristorante perché non lo avevamo fatto (eravamo in agosto). Abbiamo poi optato per l’Harbour Inn. Grazioso pub dall’onesta cucina inglese, servizio piuttosto veloce considerando che i piatti erano fatti sul momento ed il locale parecchio affollato. E questa con i bambini è una caratteristica molto importante. Chiaramente essendo un pub chiude prima la cucina, quindi non aspettatevi di andarci a cena per le 21.00.

Oltre all’esplorazione del bel borgo e porticciolo di Porthleven ci dedichiamo all’esplorazione di gran parte della Cornovaglia.

PENZANCE

In particolare qui vogliamo raccontarvi della nostra visita ai borghi di Penzance, Newlyn e alla scoperta – o meglio riscoperta – del Cornish Pasty. Esploriamo, dunque, il bel borgo peschereccio di Penzance, ancora molto autentico, con i pescatori che finita la giornata di lavoro si radunano a bere nei bei pub del paese. Se volete fermarvi qui per uno spuntino, invece che proseguire per Newlyn, vi consigliamo di provare il Cornish Pasty o i dolci di Lavanders deli Bakery, un caffè a gestione familiare nel centro di Penzance. Per i loro Cornish Pasty usano ingredienti locali, come è riconosciuto dalla Cornish Pasty Association. Sul loro sito trovate tutte le informazioni sul Cornish Pasty IGP e sui rivenditori riconosciuti.

NEWLYN E IL CORNISH PASTY

Procediamo verso l’adiacente paesino di Newlyn, sempre sul mare, attraversato da un piccolo torrente che crea dei bei canali lungo i quali si affacciano caratteristici locali e pub.

Ma siamo qui soprattutto perché a mio marito Stefano la proprietaria del nostro B&B ha suggerito di provare il “Cornish Pasty” di Aunty Mays, una simpatica tavola calda in una via del centro. Qui si trova qualche sgabello per consumare queste leccornie anche sul posto.

Il Cornish Pasty, come dice il nome, è una tipica specialità della Cornovaglia, diffusasi poi in tutto il Regno Unito. Nel 2013 ha anche ottenuto l’indicazione geografica protetta dall’Unione europea. Per essere autentica, dunque, deve essere prodotta in Cornovaglia. Era l’antico pasto dei minatori, contadini, etc. per la sua facilità di trasporto, consistendo in un involucro di pasta sfoglia – o frolla a seconda della ricetta. All’interno, però, conteneva un sacco di ingredienti nutrienti, che permettevano ai lavoratori di tirare avanti tutto il giorno. La versione originale al suo interno contiene manzo tritato, patate, cipolle, rapa gialla e spezie. Questi ingredienti vanno inseriti rigorosamente crudi, e cotti lentamente in forno insieme alla pasta.

Stefano ne prova più d’uno: quello della ricetta originale e uno al pollo. Io dopo uno solo sono già superpiena. La qualità è davvero notevole, molto superiore alla media dei Cornish Pasties che abbiamo trovato a Londra, ad esempio. Inoltre da Aunty Mays c’è un’ampia scelta di dolci, che non sembrano affatto male.

Se vuoi puoi proseguire il nostro viaggio alla scoperta di Exeter e del Devon.

Se vuoi leggere di altre prelibatezze scoperte nel nostro viaggio leggi qui.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo!

Shares

5 risposte

  1. Non conoscevo il Cornish Pastry ma dev’essere davvero buono. Dato che sono anni che sogno di organizzare una piccola fuga in Cornovaglia, non me lo lascerò scappare sicuramente! 😉

  2. Ho scoperto il Cornish pastry solo il mese scorso in una catena specializzata. Purtroppo non era in Cornovaglia, bensì nel Norfolk, ma mi sono innamorata subito di questo pasto super saporito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!