2 Idee per weekend o gite fuori porta vicino Bologna

Shares
Viaggiare a ritmo lento, nel nostro caso per via dei bambini, a volte ti regala sorprese inaspettate. E così, nel nostro viaggio verso la Romagna, prima, e poi le Marche, abbiamo deciso di inserire una tappa vicino a Bologna, sia all’andata che al ritorno, decisa in entrambi i casi all’ultimo momento. Il risultato di queste tappe “a sorpresa” ha prodotto 2 idee per weekend o gite fuori porta vicino Bologna, tutte per voi!
All’andata, due giorni prima della partenza, i nostri contatti con l’Agriturismo Isolani ed il suo maneggio, ci hanno convinto a fermarci proprio a Monte San Pietro, località in provincia di Bologna, a noi del tutto ignota prima.

Verso la prima volta a cavallo

Abbiamo scoperto l’Agriturismo Montevecchio Isolani cercando un agriturismo con maneggio. Da un pò di tempo, infatti, la nostra bimba di 4 anni aveva (pesantemente!!) espresso il desiderio di “cavalcare” per la prima volta…E così decisi di farle una sorpresa e “spezzare il viaggio” proprio in un maneggio attrezzato per il “battesimo del cavallo”.  Vi dico solo che ho prenotato prima un’ora con Elisa e la sua mezzopony (grande esattamente come un cavallo), che la camera in agriturismo! 
Elisa è una ragazza che ama i cavalli, e si vede! Questo amore lo trasmette perfettamente ai bambini. Cavalli e bimbi le vogliono bene. Finito il turno precedente ha preso Laura per mano e l’ha portata a conoscere la cavalla prescelta. Insieme l’hanno spazzolata e preparata, e condotta alla pista del maneggio. Qui, aiutata da uno sgabello e da Elisa, Laura ha ricevuto il suo battesimo del cavalo, con il cuore colmo di gioia e un sorriso stampato in volto per tutta la mezz’ora di tempo (più o meno).
Per questa fantastica esperienza Elisa non ha voluto nemmeno essere pagata: “la prima volta provare è gratis”. Speriamo di ritornare qui. Un pò perchè lo vuole Laura e un pò perchè provare con persone che amano davvero i cavalli e l’equitazione è un grosso valore aggiunto!

Un agriturismo con maneggio e piscina a Monte san Pietro

L’Agriturismo Montevecchio Isolani, inoltre, sorge in una zona meravigliosa, è circondato, oltre che dal maneggio, da viti e colline. Qui c’è anche una piscina che nelle calde giornate d’estate è una benedizione! Chi pernotta ne può usufruire gratuitamente.
La nostra camera era molto gradevole, in pieno stile campagnolo ovviamente! La colazione è stata l’unica cosa non memorabile, molto gestita “fai da te”, anche se le torte fatte dalla proprietaria erano buone. Una camera per tre, più lettino per un bimbo di 1 anno, ci è costata 90 euro a notte. La colazione è a parte e costa 5 euro a persona, quindi potete decidere anche di non farla.

Una cena indimenticabile nel bolognese, da Gilberto!

Anche perchè ora vi dirò quale altra notevole opzione avete!
Convenzionata con l’agriturismo, e davvero ad un tiro di schioppo, sorge la Trattoria Gilberto. La nostra esperienza qui è stata ineccepibile! Tra la gentilezza tipica emiliano-romagnola e alcunespecialità come gli agnolotti, per terminare con delle dolci ciliege appena colte, siamo stati d’incanto! E poi il posto è ideale con bambini perchè vi si trova tanto spazio verde, un laghetto e tanti giochi esterni. Parlando con la proprietaria, infine, abbiamo scoperto che qui tutte le mattine si sfornano cornetti caldi, con la sola eccezione della domenica. In ogni caso qui trovate i recapiti della struttura se volete verificare che non sia cambiato nulla al momento in cui andrete voi. 

Castel San Pietro Terme

Tornando dalle Marche di domenica il traffico del rientro estivo si stava facendo sentire troppo per i nostri gusti…Così abbiamo cercato un hotel, in una delle ipotetiche tappe “monitorate” il giorno prima. Una volta prenotato, via dall’autostrada e in una ventina di minuti siamo a Castel san Pietro Terme, prima di Bologna provenendo dalle Marche, o dalla costiera romagnola.

Qui innanzitutto desidero segnalare la gentilezza ed il savoir faire dell’accoglienza all’Hotel Castello. Peraltro, la camera spaziosissima che ci hanno assegnato (praticamente Laura aveva la sua stanza a parte, con proprio televisore), con lettino aggiunto ovviamente, e colazione compresa, per 79 euro a notte, ci è sembrato veramente un affare! Trattasi di hotel 4* e la colazione è stata pantagruelica per giunta!

A Castel San Pietro abbiamo avuto poco tempo a disposizione e così, per via del caldo, abbiamo sperimentato solo la divertentissima piscina comunale, coperta, ma sopratutto scoperta. Con tanto di seconda vasca riscaldata “baby” e miniclub gratuito per bambini con giochi gonfiabili. Inoltre abbiamo fatto una bella passeggiata nel verde lungo il fiume. Qui segnalo la presenza di almeno un parco giochi molto gradito ai bambini. Infine, la sera dopo cena, abbiamo assistito ad uno spettacolo di pattinaggio a rotelle, in quello che sembrava il campo sportivo, piaciuto tantissimo alla nostra bimba.

Noi non ne abbiamo avuto il tempo, ma qui sarebbero assolutamente da provare le terme. Specializzate nelle cure inalatorie per grandi e bambini, e appena rinnovate. E’ presente anche un centro benessere per massaggi e relax in acqua.

Infine, tenete presente che a 15 km da Castel San Pietro Terme si trova il Villaggio della Salute Più. Si tratta di un’area protetta della Val Sillaro, una struttura che offre al contempo un agriturismo, le terme e un Acquapark aperto da maggio a settembre.

Sicuramente torneremo in questa amena località, e all’hotel Castello, per provarle!

Voi conoscevate questi due posticini? Quali sono i borghi più piacevoli che avete visitato nel bolognese o in Romagna? Raccontateci nei commenti!

SE TI E’ PIACIUTO QUESTO POST CONDIVIDILO!

Shares

11 risposte

  1. Articolo veramente ben fatto, complimenti! Una sola annotazione, magari per il futuro: definire Monte San Pietro ‘Romagna’, è come dare del milanista a un interista 🙂
    La Romagna è composta esclusivamente dalle provincie di Ravenna, Rimini e Forlì/Cesena; al massimo si possono definire romagnoli gli abitanti di Imola, storicamente ‘terra di confine’ anche se politicamente fa parte della provincia di Bologna.
    Con simpatia, e buon proseguimento!

    1. Grazie Stefano della tua osservazione. Apprezzo i commenti dei lettori dai quali poter imparare qualcosa e dal tuo mi sono accorta che, pur stando attenta a parlare di bolognese, quando parlavo di cucina e gentilezza mi è scappato un “romagnolo”, che poi per la nostra esperienza gli emiliani sono stati altrettanto gentili e chef d’eccezione 😉

  2. Bologna la conosco e ci sono stata diverse volte (e ci ritornerò a fine mese) ma non credo di aver mai visitato i suoi dintorni! E tu confermi che la campagna emiliana sa offrire relax e bei panorami!

  3. Ciao Elisa, interessanti questi suggerimenti per la zona di Bologna e dintorni, stavamo pensando di trascorrere un fine settimana da quelle parti, visto che le conosciamo poco, e il tuo articolo capita proprio giusto giusto!
    … e quelle foto di piatti meravigliosi ci hanno fatto venire ancora più gola di testare la cucina romagnola!

  4. Io adoro le gite fuori porta! La zona di Bologna non la conosco per niente ma sarebbe bello visitare la città e al tempo stesso includere qualche gita fuori porta. L’idea del maneggio con piscina è davvero bella ma vedere i piatti della cucina mi ha fatto venire una fame assurda ahahah! 😉

  5. Cerco sempre di organizzare il fine settimana in mezzo alla natura preferendo zone vicino a casa o non troppo distanti. Devo confessarti che stavo finendo le idee ma questo tuo articolo mi ha dato moltissimi spunti per una giornata all’insegna del divertimento da fare con i bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *