SKYWAY MONTE BIANCO IN ESTATE PREZZI E CONSIGLI

Shares

Salire sullo Skyway Monte Bianco in estate è un modo emozionante di passare una giornata tra le montagne valdostane, in particolare se siete nella zona tra Courmayeur e Aosta. In questo post vi darò alcuni consigli utili organizzare al meglio la visita, parleremo di prenotazioni, prezzi e suggerimenti per risparmiare qualcosina sui biglietti.

Tabella dei Contenuti

COSA SAPERE PER ORGANIZZARE UNA GIORNATA SULLO SKYWAY MONTE BIANCO IN ESTATE

Lo SkyWay è la modernissima funivia ultimata nel 2015 e costruita in sostituzione della precedente che portava poco più in basso al Rifugio Torino. Nel giro di un quarto d’ora partirete da Pontal d’Entreves, (a poco più di 3 km da  Courmayeur) per arrivare ai 3466 metri della stazione di Punta Helbronner, facendo una tappa intermedia a Pavillon du Mont-Fréty a quota 2173 metri.

La nuova funivia ha cabine ovali della portata di circa 80 persone a pieno carico, completamente trasparenti e che girano su sè stesse durante la salita e la discesa, in modo da offrire a tutti i passeggeri un panorama a 360°.

Siamo stati sullo Skyway Monte Bianco ad agosto 2020, dunque in periodo Covid e in questo post vi racconterò anche le particolari accortezze per organizzare la visita con in atto le misure di prevenzione anti Covid.

Skyway Monte Bianco in estate prezzi e consigli

CONSIGLI PER LA VISITA

  1. PRENOTARE PRIMA SUL SITO. Durante l’emergenza Covid è obbligatorio prenotare la corsa sullo Skyway Monte Bianco, entro la sera prima della data scelta. In ogni caso è fortemente raccomandabile farlo sempre, almeno in estate, perchè altrimenti si rischia di essere lasciati a terra in caso di alta affluenza e se sono andati esauriti i posti con le prenotazioni. Per l’inverno 2021 la funivia è stata la prima a riaprire tra tutti gli impianti montani d’Italia, in data 11 febbraio 2021.                   
  2. CERCARE DI PRENOTARE IN ANTICIPO PER RISPARMIARE QUALCOSA: normalmente c’è uno sconto per chi prenota entro 15 giorni prima della visita, si chiama “early booking” e lo troverete sul sito dello Skyway Monte Bianco. La cosa non è male, visto che salire e scendere costa intorno ai 52 € ad adulto nel momento in cui vi scrivo. La buona notizia per chi ha bambini è che fino a 7 anni non pagano. Ecco la pagina con i prezzi attuali, così inizierete a farvi un’idea più precisa. Vi lascio anche il collegamento alle agevolazioni tariffarie sul biglietto per bambini dagli 8 ai 17 anni, over 65, disabili e loro accompagnatori.       
  3. VALUTATE LA PRENOTAZIONE DEL PRANZO A PUNTA HERBRONNER O ALLA STAZIONE INTERMEDIA: la prenotazione del pasto in quota vi darà la possibilità di restare più tempo in cima a Punta Herbronner, per ammirare il panorama e quant’altro. In caso contrario, a causa delle misure restrittive anti Covid, la permanenza in cima alla fermata più alta dello Skyway è ridotta a soli 1h e 30 minuti. Un tempo un pò stretto per chi vuole anche scendere al Rifugio Torino e godersi con calma il panorama. Anche chi ha prenotato un’escursione di alpinismo sul ghiacciao (da fare necessariamente accompagnati da guida) è esentato da tale limite di tempo. Un’ora e mezza è comunque un tempo sufficiente per ammirare il paesaggio dall’Osservatorio a 360°, e per lasciar vagare lo sguardo tutto intorno, sopra le cime. Una volta discesi nella stazioni intermedia del Pavillon non vi saranno limitazioni temporali per poi scendere fino a terra. 

4. VALUTATE UN’ESCURSIONE SULLA NEVE CON GUIDA ALPINA per rendere il contatto sul Monte Bianco ancora più emozionante. E’ stata una sensazione bellissima salire quassù, su quella che è considerata l’ottava meraviglia del mondo. Se devo essere completamente sincera, però, mi hanno emozionato di più altre montagne valdostante, viste durante le escursioni effettuate da Saint Rhemy en Bosses, probabilmente per la maggiore libertà di movimento. Per assaporare la stessa libertà in cima al Monte Bianco l’unico modo è fare un’escursione sul ghiacciaio in cordata e con ramponi, rigorosamente guidati da un professionista esperto. Col ghiacciaio non si scherza! Certo bisogna sentirsela, ma se la sfida rientra nelle vostre corde, valutatela per un’esperienza memorabile! Con bambini piuttosto piccoli ovviamente non si può fare una cosa simile, per cui noi per ora abbiamo rimandato. Ci sono altre attività per bambini però da fare sul Monte Bianco, le trovate di seguito.

 

5. VESTITEVI IN MODO APPROPRIATO a clima, temperatura e alla montagna. Dalle calzature, agli occhiali da sole e al berretto, non fatevi trovare impreparati da aria fredda e riflessi del sole.

6. SUL MONTE BIANCO VALUTATE I RISCHI DELL’ALTITUDINE, se avete patologie o disturbi che possono essere influenzati dall’altitudine: bambini piccoli (vedi paragrafo sotto), anziani, donne incinta, coloro che soffrono di patologie cardiache e di pressione alta. In tutti questi casi consultate prima il parere del vostro medico curante, perchè potrebbe essere meglio evitare la salita per non mettere a rischio la propria salute. 

IN CIMA AL MONTE BIANCO: COME RAGGIUNGERE IL VERSANTE FRANCESE

Quando arriverete a punta Herbronnen, noterete che esiste un’altra cabinovia, la Trans Mont Blanc, lunga 5 km, che attraversa il ghiacciaio e valica il confine con la Francia. Il gestore di tale impianto è diverso e di nazionalità francese.

Skyway-Monte-Bianco-in-estate-verso-il-versante-francese

Questa cabinovia arriva da Punta Herbronnen all’ Aiguille du Midi, dove troverete una terrazza panoramica costituita da un modernissimo cubo di vetro che arriva a 3.842 metri di altezza. In collegamento tra le due vette è aperto solo nei mesi estivi, condizioni meteo permettendo, e il biglietto si può acquistare solo alla cassa di Punta Herbronnen.

Un’altra visuale sicuramente mozzafiato del Monte Bianco! Tale vetta è a sua volta collegata da una funivia che in venti minuti scende alla rinomata località sciistica francese di Chamonix.

 

IL PRANZO SULLO SKYWAY MONTE BIANCO

Le opzioni dei pasti sono piuttosto interessanti. Nel momento in cui si scrivo, con le misure anti Covid attive, bisogna prenotare tramite il sito entro il giorno prima. All’ultimo minuto resta comunque la possibilità di mangiare qualcosa al bar.

Si può scegliere tra colazione o aperitivo, entrambi a 10 € a persona; oppure il pranzo a 20 o 30 € a persona a seconda del menu scelto. Trovate più info su cosa comprende ogni pasto sul sito ufficiale dello Skyway. Inoltre, tenete presente che nella fase di riapertura estiva in emergenza Covid il Buffet Alpino è rimasto chiuso e quasi certamente sarà ancora così nella riapertura 2021. Chi prenoterà potrà gustare il pranzo nei locali del Bistrot Panoramic a Punta Helbronner oppure del Mountain Bar al Pavillon: una degustazione di ottimi prodotti valdostani.

SULLO SKYWAY MONTE BIANCO CON BAMBINI

Tra le categorie di persone che possono avere effetti negativi da un’altitudine superiore ai 3.000 metri ci sono anche i bambini piccoli. Per cui il nostro consiglio è di rimandare l’ascesa se viaggiate con bambini di età inferiore ai tre anni.

Se avete dei dubbi vi consiglio di sentire anche il parere del pediatra, che conosce la situazione particolare del vostro bambino. 

In ogni caso, per salire Skyway Monte Bianco con bambini, il consiglio è fermarsi prima alla stazione più bassa delle due, Pavillon du Mont Frety a 2.173 metri, per permettere loro di adattarsi all’altitudine per gradi.

Noi col nostro bimbo di tre anni e mezzo eravamo indecisi e abbiamo valutato la situazione al momento, in base alle sue condizioni alla prima fermata. Visto che non c’era alcun disagio nè disturbo, abbiamo proseguito per la stazione più alta a 3.466 metri.

COSA FARE ALLA STAZIONE INTERMEDIA DI PAVILLON DU MONT-FRETY 

Quando terminate la vostra visita a Punta Herbronnen, dopo aver anche visitato la collezione di minerali e cristalli con mirabolante pavimento trasparente e la Feltrinelli più alta del mondo (eh già, c’è anche una piccola Feltrinelli con libri selezionati a tema alpinismo e vette), non pensate che non ci sia nient’altro di interessante da fare!

Una volta scesi alla fermata intermedia del Pavillon non perdetevi le sale espositive dedicate alla costruzione dello Skyway, utilissime a comprendere e ad apprezzare meglio questo capolavoro ingegneristico. In particolare fermatevi a vedere il video proiettato nella sala cinema, molto suggestivo e immediato per cogliere lo spirito di questa opera e dei suoi costruttori e di come si fondi in maniera armonica con l’ambiente che la circonda.

Imperdibile per i bambini il parco d’alta quota, chiamato Skwway for kids. In estate una vera e propria goduria per loro, con un laghetto da attraversare su una zattera di legno, alcune piccole palestre di roccia o ponti sospesi da scalare e attraversare, scivoli coperti e altre avventure che li potrebbero impegnare per ore!

Aggiungiamoci appena sopra un gradevole giardino botanico, con ben 900 specie provenienti da tutto il mondo, piacevole pausa per grandi e piccini.

Infine c’è un bar panoramico dove noi abbiamo mangiato dei panini annaffiati da ottime birre. E per chi volesse qui si trova anche una cantina, la cave Mont Blanc, in cui si produce e vende un particolarissimo vino lasciato a riposare in quota.

Voi siete già stati in cima allo Skyway del Monte Bianco? Avete valicato anche il confine francese, fatto un’escursione nel ghiacciaio o altre esperienze particolari da raccontarci? Oppure dovete ancora visitare questa ottava meraviglia del mondo e avete delle domande da porci? Vi aspetto tutti nei commenti!

A breve pubblicheremo anche il video della nostra giornata in cima al Monte Bianco, seguici sui nostri canali per essere avvertito all’uscita del video!

Shares

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elisa Scuto

SEGUIMI SU

Sali a bordo coi Piccoli Grandi Viaggiatori!

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy.

Il tuo nome, cognome, email e IP code saranno conservati, nel link alla Policy qui sopra trovi tutte le informazioni in merito.

TRENTINO ALTO ADIGE CON BAMBINI
MARCHE
error: Content is protected !!