Il lago di Place Moulin: un’escursione da non perdere in Val d’Aosta

Shares

Ci sono luoghi che, solo per i loro colori e la loro atmosfera ti sanno stregare: il lago di Place Moulin in Valle d’Aosta è sicuramente uno di quelli! Precisamente il lago e la diga di Place Moulin si trovano in Valpelline, a breve distanza, 32 km circa, dal capoluogo Aosta.

Come l’ho scoperto? Anche io ne sono stata stregata, ancora prima di vederlo dal vivo. E’ bastata qualche immagine intravista sul web, per farmi venire voglia di documentarmi, e poi di organizzare…E non posso certo dirmi di aver cambiato idea dopo esserci stata!

Abbiamo alloggiato a Saint Rhemy en Bosses, anche perchè era un luogo idoneo a fare questa escursione al lago di Place Moulin in giornata. Poi abbiamo scoperto tante altre cose da fare nei dintorni, a cominciare dal passo del Gran San Bernardo, e ti invito a trovare tutti i dettagli nel post linkato appena sopra.

Ma veniamo alla diga di Place Moulin, un’opera gigantesca che ha creato questo lago dal colore inebriante. Tale colore è dovuto principalmente ai particolari depositi fluvio-glaciali provenienti dal bacino a monte.

Il lago è alimentato dalle acque del torrente Buthier, che attraversa tutta la Valpelline. Quello di Place Moulin è uno dei più grandi laghi di tutta la Valle d’Aosta, con i suoi 4 km di lunghezza. La sua diga, usata per produrre energia elettrica, forma uno degli sbarramenti più grandi d’Europa e fu costruita a cavallo tra il 1955 e il 1965.

Sto per lasciarvi alle immagini incredibili del video, in parte riprese dall’alto col drone e in parte costeggiandolo a piedi. Ma prima vi anticipo che sto per raccontarvi tutti i dettagli e i consigli per compiere questa passeggiata di un’ora circa a tratta. La buona notizia è che adatta anche ai bambini. Noi l’abbiamo fatta con una bimba di quasi 7 anni e uno di 3 anni. Potreste persino avventurarvi fino al rifugio con il passeggino, anche se lo zaino porta bebè è la soluzione migliore.

 

IL VIDEO CON LE IMMAGINI DEL LAGO DI PLACE MOULIN

Per raggiungere il lago e la diga puntate in direzione della Valpelline, fino a raggiungere il paese di Ollomont. Una strada montana panoramica e suggestiva vi condurrà fino al parcheggio adiacente alla diga di Place Moulin, punto di partenza dell’escursione al rifugio Prarayer.

L’escursione è praticamente tutta in piano e costeggia il lago artificiale di Place Moulin, formatosi in seguito alla creazione della diga. Lungo la strada troverete anche una piccola cappella degli anni ’50, in cui i bimbi vorranno suonare la piccola campana esterna, e poi la cappella in rovina di Place Moulin. E’ stata più volte inondata quando la diga veniva portata al massimo livello, mentre ora osserva il lago dall’alto, da un punto di vista privilegiato e “in sicurezza”.

L’escursione vi permetterà in 5 km, un’ora e un quarto circa con bambini piccoli, senza anche un’oretta scarsa, di raggiungere il Rifugio Tappa Praraye. Calcolate altrettanto tempo per tornare indietro. Al Rifugio volendo potrete mangiare un buon piatto di polenta o di salsiccia all’aperto con vista.

Noi siamo stati in tempo di Covid e abbiamo apprezzato come il rifugio fosse ben organizzato con servizio self service e ampi spazi all’aperto e semi all’aperto e tempi molto rapidi.

Come vi dicevo, il sentiero può essere percorso anche con bimbi sul passeggino, ma anche con le mountain bike.

Tenete presente che c’è scarsissima ombra, quindi portate assolutamente cappellino, occhiali da sole e molta acqua.

Al ritorno, passando dalla Valpelline, ricordatevi di fare una sosta al nostro produttore di Fontina preferito a Gignod. Tutti i riferimenti di questo punto vendita li trovate nel nostro post sul Monterosa e la Val d’Ayas. 

Siamo dei grandi frequentatori e amanti della Valle d’Aosta per cui ti invito a trovare tanti altri spunti per una vacanza memorabile in questa regione sul blog alla pagina cosa vedere in Valle d’Aosta.

Se anche tu sei un’amante di questa zona ti invito a condividere i tuoi consigli e le tue esperienze nei commenti!

Shares

2 risposte

  1. Non hai detto delle rovine del villaggio sepolto sotto le acque del lago che si vedono nella parte alta del bacino, per lo meno quando l’acqua è bassa… ciao, e buone passeggiate ai tuoi bimbi!!!

    1. Ma davvero? Ma sai che pur essendoci stata non lo sapevo e non ne ho letto da nessuna parte? Intendi dal lato del rifugio Prarayer? Un’ottima scusa per tornare in questo piccolo paradiso! Se tu ne hai scritto o vuoi citarmi una fonte la posso linkare e aggiornare l’articolo, a beneficio a chi vorrà andarci! Grazie del commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elisa Scuto

SEGUIMI SU

Sali a bordo coi Piccoli Grandi Viaggiatori!

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy.

Il tuo nome, cognome, email e IP code saranno conservati, nel link alla Policy qui sopra trovi tutte le informazioni in merito.

TRENTINO ALTO ADIGE CON BAMBINI
MARCHE