Viaggiare con bambini in Europa

Shares

In questo frangente molto particolare, in cui siamo a tutti a casa per cercare di debellare il coronavirus, voglio continuare a parlare di viaggi e di sogni: in particolare del viaggiare con bambini in Europa. Perchè senza sognare che sia tutto finito, e di riprendere le nostre passioni più grandi, sarebbe ancora più difficile raggiungere l’obiettivo.   Parliamo, dunque, della nostra bella Europa e dei viaggi ideali da fare con bambini, anche piccoli.   

DOCUMENTI PER VIAGGIARE CON BAMBINI IN EUROPA

 
Sarà necessaria la carta d’identità in corso di validità del minore – che peraltro è richiesta anche per voli all’interno dell’Italia e abitualmente negli hotel – oppure il passaporto valido per l’espatrio. La carta di identità del bambino si richiede all’ufficio anagrafico del proprio Comune. Fino a 14 anni i bambini devono anche viaggiare accompagnati da almeno un genitore, o chi ne fa le veci.
 

METE IDEALI CON BAMBINI PICCOLI

 
Eccoci, se i primi viaggi con i bambini sono quelli che destano più dubbi, io sono qui per dirvi che la nostra bella Europa ha diverse regioni e città veramente a misura di bimbo. Partiamo a scoprirle?!
 

1. BAVIERA

Una regione splendida, attraversata da una strada da nome evocativo: la Romantische Strasse (Strada Romantica). Qui tutto ha il sapore di fiaba, castelli incantevoli, tanti piccoli borghi medievali, strade verdi, intervallate da città di tutto rispetto, quali Ratisbona, Bamberga – una chicca imperdibile -, l’affascinante Wurzburg, Augusta per terminare con la vivace Monaco di Baviera, il cui carillon nella piazza centrale basterà a incantare i bambini.
 
 
Vi raccomando, inoltre, di non saltare Norimberga. Norimberga non è solo la città delle adunate naziste e dei processi post II guerra mondiale. Questa città è la città dei bambini, da sempre legata al mondo del giocattolo e che ne ospita anche il Museo, ospita tantissime attrazioni imperdibili anche per i bambini più piccoli. Molto vicino si trova anche il Playmobil Fun Park. Noi non siamo molto amanti dei parchi a tema, ma questo parco monotematico è unico nel suo genere e ha conquistato proprio tutta la famiglia!
 

DOVE DORMIRE

Prezzi per due adulti e una bimba sotto i due anni:
 
Monaco di Baviera – Apartments Lindwurm70: abbiamo speso 138 € per due notti. Adiacente alla metro e con parcheggio per 10 € extra al giorno.
 
AugustaDom Hotel: 99 € per una notte con colazione in questo grazioso hotel con piscina. In centro e con parcheggio a 6 € extra al giorno.
 
WürzburgMaritim Hotel: 119 € una notte, bell’hotel con piscina panoramico e adiacente al centro. Parcheggio pubblico 8 € al giorno.
 
RatisbonaHotel Goldenes kreuz: 138 € una notte, bell’hotel nel centro storico. Città graziosa, col senno di poi, però, forse dormirei a Bamberga, città che ci ha davvero conquistato!
 
NorimbergaRinghotel Loew’s Merkur: noi siamo stati ospiti ma su Booking ci sono offerte moolto interessanti su questo hotel! Piscina e posizione adiacente la stazione dei treni, a 8 minuti a piedi dalle mura.
 

DOVE MANGIARE

Su dove mangiare a Norimberga vi racconto tutto qui.
 
Monaco di Baviera: non perdete assolutamente l’Hofbräuhaus pub, vicino Marienplatz. Un locale molto caratteristico e festaiolo per grandi e piccini!
 
Wurzburg: uno dei ristoranti panoramici lungo l’Old Main Bridge. Oppure, se i bimbi hanno nostalgia della pizza, Locanda Wurburg pizza & pasta ha una discreta pizza, ottima birra e una bella terrazza esterna sul fiume!|

COME ARRIVARE

Fly & drive su Monaco, ma potete anche tranquillamente arrivare in auto partendo dal Nord Italia.
 

2. NORVEGIA E PAESI DEL NORD EUROPA

 
I Paesi Nordici hanno da sempre una maggiore sensibilità e attenzione verso le esigenze delle famiglie. Per cui un viaggio qui vi offrirà il massimo del comfort, fasciatoi e seggioloni praticamente ovunque, hotel attrezzati. etc. Il rovescio della medaglia sono i costi elevati, ma vale la pena risparmiare magari uno-due annetti con mete low cost, per poi visitare questa parte di Europa, che presenta anche bellezze naturalistiche meravigliose!
 
In particolare in Norvegia noi abbiamo apprezzato Oslo, Bergen e Tromso, tutte città family friendly sia in estate che in inverno! Abbiamo trovato laboratori didattici e ludoteche dentro ai musei, persino l’angolo per colorare dentro la cattedrale di Trodheneim! E poi l’incontro con le renne ed il popolo Sami a Tromso, sappiate che ci sono persino tour per vedere l’aurora boreale con bambini. 
 
Non parliamo dell’esperienza a bordo del postale dei fiordi, i bimbi si sono divertiti come matti tra esplorazione della nave e sala giochi! Noi abbiamo preso il postale solo da Bergen a Tromso per un totale di 5 giorni.
 
 
Anche le Lofoten o l’isola di Senja sono posti che sapranno rapire il cuore dei vostri bambini, oltre al vostro! Noi ci siamo stati in inverno, ma nella bella stagione devono essere ancora più fruibili tra passeggiate a piedi, percorsi in bicicletta, gite in barca per avvistare balene e altri animali del Nord…a Senja c’è anche la casa del troll più grande del mondo!!!
 
Qui potete vedere in dettaglio il nostro itinerario completo di 15 giorni in Norvegia.
 

DOVE DORMIRE

Per praticità noi spostandoci a piedi da una città all’altra abbiamo deciso di stare in zone centrali e piuttosto vicino alle stazioni dei treni, e al porto per quanto riguarda Tromso.
 
Oslo –  Frogner Apartments: vicino alla stazione centrale, nel cuore della città, vicino alla National Theatret Stasjion, 8 minuti a piedi. Il nostro era Huitfeldtsgate 19 e disponeva di self check in h24. Appartamento impeccabile e colazione consegnata al mattino a domicilio pantagruelica!
 
Bergen – l’Engen Apartment, posizione perfetta tra la stazione ed il celebre mercato del pesce, appartamento normale, ma non eccezionale. 
 
TromsoEnter City Hotel: come distanza dal porto e come rapporto qualità prezzo ci siamo trovati molto bene.

DOVE MANGIARE

Trovi i suggerimenti, divisi per città e anche sul postale dei fiordi, nei miei tanti post sulla Norvegia con bambini.

COME ARRIVARE

Se avete solo una settimana di tempo vi consiglio di volare all’andata su Oslo e al ritorno su Bergen (in alternativa potete ritornare a Oslo in treno, compiendo la tratta andata e ritorno invece che solo andata come abbiamo fatto noi). Ancora meglio sarebbe prolungare la visita prendendo il postale dei fiordi e rientrare in Italia da Tromso. Quest’ultimo itinerario noi siamo riusciti a farlo in 15 giorni, che è davvero il minimo sindacale.
 

3. GRECIA: CRETA

 
La Grecia è tutta kids friendly – i Greci adorano i bambini – ed è low cost. Questi due fattori la rendono una meta ideale per le famiglie. Pensate che Laura non aveva neanche 9 mesi quando l’abbiamo portata nel Peloponneso.
 
 
L’isola che ho trovato più kids friendly di tutte quelle viste è Creta, dove siamo stati nel 2019 con bimbi di 5 e due anni e mezzo. I cretesi sono molto gentili e accoglienti con tutti, a maggior ragione con bambini. Noi abbiamo trovato praticamente ovunque seggioloni, giochi per intrattenere bimbi al ristorante, menu per bambini dedicati.
 
 
Anche hotel e appartamenti sono attrezzatissimi per bambini e le spiagge, oltre a essere paradisiache, che non guasta mai, hanno fondale basso e che digrada molto lentamente: perfetto anche per bambini piccoli piccoli. Le due spiagge più belle che abbiamo visto, sono anche le migliori per bambini: Elafonissi e Balos sulla costa Ovest. A Balos potrete arrivare con bambini piccoli portandoli magari col marsupio o la fascia se non camminano ancora, al ritorno tenete presente che potrete anche prendere un passaggio a dorso d’asino! Anche lungo la lunga spiaggia di Falasarna abbiamo incontrato tratti perfetti con i pargoli. Qui trovate tutti i post su Creta.
 

DOVE DORMIRE

Chania Alexis hotel: 73 € una notte una tripla più lettino, inclusi cena e colazione…fuori dal centro ma c’era persino una piccola piscina e parcheggio gratuito!

ElafonissiElafonisi Resort: 88 € una notte un bungalow con cucinino per 2 adulti e due bambini.

FalassarnaFalassarna beach hotel: 205 € due notti in appartamento con cucinino e terrazzo per due adulti e due bambini.

PlakiasBelvedere Apartments & Spa: 339 € tre notti in un aparthotel veramente kids friendly con servizi da hotel inclusa colazione, ma cucina e terrazzo, oltre a piscina esterna.

HeraklionCastello city Hotel: 80 € una notte in tripla più lettino, colazione e parcheggio compreso nel prezzo.

DOVE MANGIARE

 
Falassarna: consulta il nostro post apposito con tanti suggerimenti top!
 

COME ARRIVARE

Voli diretti con Ryanair, ma anche EasyJet, Volotea, etc. da molte città italiane per Chania o Heraklion.
 

4. SVIZZERA

 
Anche qui è tutto perfetto e super organizzato per i bimbi, il caro vita però torna ad essere alto, ai livelli delle mete Nord europee. Noi ci siamo innamorati delle sue montagne e del cantone dei Grigioni. Qui arriva anche il celebre trenino del Bernina, di cui vi parlo nella sezione treni. In ogni caso non perdete per nessun motivo quel paradiso nascosto di Alp Grum e Mortarasch e le aree gioco nei pressi delle stazioni in cui ferma il trenino del Bernina: i bambini ne andranno matti!
 
 

DOVE DORMIRE 

Morteratsch – Gletscher Hotel Morteratsch, 150 € una notte in tripla con lettino aggiunto e colazione.
Alp RosegHotel Roseg Gletscher. 210 € per una notte in tripla con lettino aggiunto e transfer di ritorno dalla valle in stazione.

DOVE MANGIARE

Alp Roseg – Ristorante dell’Hotel Roseg Gletscher.
Morteratsch – la malga appena dietro la stazione di Morteratsch, con ottimi prodotti tipici e taglieri di salumi e formaggi, oppure per un pasto con servizio al tavolo il ristorante dell’hotel Morteratsch.
 
 

COME ARRIVARE

In auto partendo dal centro o Nord Italia. in aereo fino a Milano e poi noleggiando un’auto o prendendo il treno fino a Tirano.
 

METE EUROPEE PERFETTE ON THE ROAD

 

1. IRLANDA

 
Che sia Irlanda del Nord o Irlanda del Sud, sarà un piacere girare l’isola smeraldo in automobile in piena libertà…occhio solo alle strade strette e la guida a sinistra! Una combinazione che richiede la massima attenzione da parte vostra e velocità basse…vi godrete ancora di più ciò che vi circonda!
 
Se è la prima volta in Irlanda potreste voler visitare la capitale Dublino – da non perdere – calcolate almeno due giorni, e poi l’interno e la costa dell’Ovest tra le Cliffs of Moher, antichi castelli e chiese diroccate e l’animata Galway con le sue ostriche: vi sentirete in un sogno! Non scordate di assaggiare la Guinness, che qui è ben diversa da quella che viene servita in Italia!
 
In alternativa anche l’Irlanda del Nord è una meta perfetta per un on the road con bambini. Strade non troppo trafficate e panoramiche, leggende e castelli, prati verdi e pecore a non finire…le imperdibili Giant’s causeway, passeggiate nella natura…La regione lungo la Giant’s Causeway road è stata definita una delle regioni bestin2018 da Lonely Planet.
 
 
E non dimentichiamoci della vivace Belfast, una città tutta da vivere. I nostri bambini hanno apprezzato moltissimo il Museo del Titanic, il bus rosso a due piani hop on e hop off che ci ha portato in giro a vedere i celebri murales e altri monumenti…e l’ottima carne dei pub locali! Se avete tempo potrete fare tutta la costa Nord, ricca di attrazioni in ogni sua parte, oppure la Giant’s Cuseway Coast e Belfast, ma calcolate come minimo 4 giorni per non fare tutto di corsa.
 
 

DOVE DORMIRE 

Causeway Coast – Causeway hotel: per essere in prima linea a visitare la Causeway coast all’alba. o ammirare di qui il tramonto! Il prezzo abbastanza elevato di 124 GBP per una tripla con lettino è dovuto alla posizione. Abbiamo anche mangiato bene al ristorante ma servizio lentissimo…
 
BelfastTara Lodge: 220 GBP per una tripla con lettino e colazione inclusa.
 

DOVE MANGIARE

 
Belfast – Laverys in Bradbury Place. Un pub con ottime birre e una bistecca così succulenta che la ricordiamo ancora adesso! Noi ci siamo trovati bene anche con bimbi piccoli. 
Per tutti gli altri suggerimenti su dove mangiare consulta il post sul nostro  viaggio a Belfast con bambini.
 

COME ARRIVARE

Fly &  drive. Ci sono voli diretti low coast per Belfast o Dublino da Milano e Roma. Potete partire anche da Nizza se abitate in Liguria.
 

2. CORNOVAGLIA, DEVON E DORSET 

 
Un fly & drive qui è davvero consigliato. Come in Irlanda, vale lo stesso consiglio di guidare piano perché alcune stradine sono molto strette e la guida a destra non aiuta. Per il resto queste zone saranno una vera sorpresa: la celebre e conosciuta Cornovaglia, con le sue scogliere, i suoi prati e le sue pecore..senza dimenticare Cornish Pastry e Cream Tea(attenzione: quest’ultimo dà dipendenza). Ma ancora più una sorpresa sono stati Devon e Dorset, tra parchi naturali, pecore e mucche come se non ci fosse un domani, tea garden, pub e ancora cattedrali imponenti e la magnifica Jurassic coast. 
 

DOVE DORMIRE 

Porthleven – Beacon Crag B&B: in posizione magnifica sulla costa della Cornovaglia. La nostra era una camera panoramica con lettino per la bimba aggiunto gratuitamente. Personale molto ospitale. Maggiori dettagli sul nostro viaggio in Cornovaglia con bambini li trovate qui.
 
ExeterLower Allercombe farm: un b&b in una fattoria, i bambini sono impazziti a vedere gli animali. British breakfast top! Di più su questo posto e cosa fare a Exeter qui.
 

COME ARRIVARE

Fly &  drive. Potete trovare voli diretti da molti aeroporti italiani per Londra o Exeter, nel Devon.
 

3. SCOZIA

 
Se preferite paesaggi più nordici potreste optare anche per la Scozia! Se riuscite ad arrivare nel Nord Inghilterra (vedi come arrivare) potrete noleggiare un auto e non perdete un giro nel Lake District, dove nacque il Romanticismo inglese. Imperdibili poi sia Edimburgo che Glasgow (non fate l’errore di saltarla). Proseguite per castelli e brughiere scozzesi, panorami da togliere il fiato. E poi il lago di Loch Ness, che farà impazzire i bambini con la sua leggenda e le imperdibili isole di Skye e su a Nord fino alle Orcadi, ai confini del mondo!
 

COME ARRIVARE

Io a suo tempo arrivai in auto dalla Liguria, ma ero una giovane ventenne. Con bambini sicuramente opterei per un volo, per lo meno fino a Londra, ma meglio fino a Liverpool o Manchester. Potete anche arrivare direttamente Glasgow ed Edimburgo, ovviamente, ma tra queste città ci sono aree d’Inghilterra che secondo me meritano una visita!

Sul dormire non vi posso essere utile perchè io, giovane universitaria squattrinata, all’epoca ho sempre dormito in tenda, fino alle Orcadi…cosa si fa in gioventù!!

 4. LA PROVENZA

 
Una meta ideale per vivere in mezzo alla natura e piccoli borghi molto curati. I colori della Provenza sono tanti e sapranno catturare grandi e piccini. Non solo il lilla della lavanda, ma anche il verde e giallo dei campi, l’ocra di Roussillon, l’azzurro delle gole del Verdun…natura e avventura tutte da scoprire! La strada delle gole del Verdun è straordinaria e rinomata anche per i motociclisti: un’esperienza in auto davvero da non perdere!
 

DOVE DORMIRE

Groeux les BainsRèsidence la Licorne de Haute Provence: appartamenti con cucina e terrazzino. C’è anche una piscina esterna per la gioia dei bimbi!

COME ARRIVARE

Rigorosamente in auto se arrivate dal centro o da Nord Italia. Altrimenti potreste valutare un volo su Nizza o Marsiglia.

5. SPAGNA E PORTOGALLO

 
Questo on the road anche offre paesaggi notevoli. Se potete attraversate prima tutta la Francia e fermatevi in Costa Azzurra, oppure a Nimes o Marsiglia. Una volta in Spagna sarà la volta di Barcellona, ma anche la vicinissima Girona è una chicca da non perdere. Proseguite lungo la costa fermandovi a Tarragona, città dalle origini romane, e poi la super kids friendly Valencia – una meta assolutamente da non perdere con bambini. 
 
Con meno tempo vi converrà prendere un aereo direttamente fino Valencia o anche a Malaga e proseguire in auto da lì per visitare l’Andalusia e il Portogallo.
 
Poi sarà la volta dell’Andalusia, Cordoba, Siviglia e Granada vi aspetteranno con i loro innumerevoli tesori, anche i piccoli borghi andalusi e Malaga sapranno sorprendervi e regalarvi panorami e una cucina mediterranea ricca di gusto, noi abbiamo scoperto Montoro e ci è sembrata un piccolo gioiello. Infine, puntate dritti al Portogallo con città incantevoli come Evora, poi Lisbona ovviamente, da godersi con calma. E poi via verso le coste atlantiche e spazi immensi, fino ad arrivare, se ne avete il tempo – a Coimbra e la splendida Porto. 
 

DOVE DORMIRE

Cordoba – Eurostars Mamonides: posizione pazzesca a fianco della Cattedrale. Di livello medio alto, io l’ho scoperto per lavoro: sicuramente non vi deluderà.

MontoroMolino la Nava: un posto unico, fuori dal tempo e dallo spazio. Una specie di agriturismo di lusso, con piscina e tanto verde intorno. Su Booking ci sono offerte interessanti sotto i 100 € a notte. Qui si mangia talmente bene che vengono anche i locali, noi siamo stati portati qui da gente del posto. Pasto memorabile, il proprietario è anche un mezzo poeta…un vero personaggio!|

DOVE MANGIARE

Barcellona – non perdere il mio post con le esperienze gastronomiche imperdibili a Barcellona.

Valencia – nel mio post sulle 10 cose da non perdere a Valencia trovi anche consigli su ristoranti e mercati top!

Montoro – Molino la Nava: vedi qui sopra.

COME ARRIVARE

Se avete un lungo periodo a disposizione potete partire dall’Italia. Altrimenti potreste valutare un fly & drive con arrivo su Malaga, Valencia o Barcellona.

6. BAVIERA

 
Vi ho già decantato prima quanto sia magica e family friendly. Nella sezione dei viaggi in Europa perfetti con bimbi piccoli trovate tutte le info e consigli sulla Baviera. Ora nello specifico vi dico che dal Nord Italia è una meta perfetta on the road. Magari  facendo magari una tappa in Austria per spezzare – noi abbiamo scelto Salisburgo. Le strade non sono tra le più panoramiche al mondo ma molto piacevoli, scorrevoli e gratuite, anche in autostrada. Il che non guasta!
 
Per consigli e indicazioni su dove alloggiare, mangiare, etc. consultate la precedente sezione “Mete ideali in Europa con bimbi piccoli”, alla voce “Baviera“!
 

7. AUSTRIA, SLOVENIA E UNGHERIA

 
Questo on the road per noi è ancora da realizzare, ma abbiamo visitato tutti e tre questi Paesi singolarmente. Per questo possiamo garantirvi che sono kids friendly, organizzati e gentili. In più le strade sono piacevolissime da percorrere e spesso panoramiche. Montagne e boschi, corsi d’acqua e laghi come il Balaton e poi il piccolo lago di Bled in Slovenia.
 
Un altro punto in comune di questi paesi è la presenza di terme e alberghi con centri Spa per tutta la famiglia, vi viene in mente qualcosa di meglio per divertire i bambini e rilassare un pochino i genitori?? Un percorso ad anello ideale potrebbe partire da Villach, poco dopo il confine tra Italia e Austria, poi Graz e Vienna. A questo punto potreste includere la splendida Bratislva in Polonia, poi Budapest e dintorni in Ungheria, fino a rientrare in Italia via Croazia e Slovenia: la capitale, Lubiana, è una città davvero graziosa e vivibile, con il centro tutto pedonale.
 

DOVE DORMIRE

Budapest – 7 Seasons Apartments: posizione a meno di 5 minuti a piedi da Deak Ferenc Ter, con metro e autobus per aeroporto. Aparthotel superkids friendly, hanno davvero tutto per bambini (seggiolone, vaschetta per il bagno, riduttore, scatola giochi, etc). Bilocale per 2 adulti e 2 bimbi € 206 per tre notti.

LubianaAntiq Palace Hotel &Spa: e va bene, questo hotel più che adatto ai bambini è un sogno per i genitori! Noi lo abbiamo provato quando ancora eravamo senza figli, approfittando di un’offerta su Booking. Si trova in pieno centro storico pedonale, ma pernottando lì avrete diritto a passare con l’auto. Fa parte della catena “Small Luxury Hotel of the world” e ha anche una piccola sala Spa con idromassaggio. Colazione pantagruelica e ottimo rapporto qualità-prezzo.

COME ARRIVARE

La Slovenia andrà raggiunta rigorosamente in auto se arrivate dal centro o da Nord Italia! Altrimenti potreste valutare un volo low cost su Vienna ed il noleggio auto.
 
 

METE EUROPEE  DA GIRARE IN TRENO

 

1. SVIZZERA

 
Il celebre trenino del Bernina parte da Tirano, in Valtellina, ma poi si snoda tutto lungo il cantiere dei Grigioni in Svizzera ed è giustamente famoso per i suoi panorami mozzafiato e capolavori d’ingegneria ferroviaria. Esperienza imperdibile per gli appassionati di treni, grandi e piccini!
E poi se amate il trekking e la montagna vi sono tantissimi percorsi. Non mancano nemmeno attività più soft come passeggiate in carrozza, ad esempio ad Alp Grum, e visita a malghe per degustare formaggi e salumi di montagna! Per i consigli su dove dormire, mangiare, etc andate alla sezione viaggi con bambini piccoli!
 
 
Ci sono tanti altri percorsi in treno da provare in Svizzera, come il “treno del cioccolato” ed il celebre Glacier Express da Zermatt a Davos/St.Moritz.
 
 
Per consigli e indicazioni su dove alloggiare, mangiare, etc. consultate la precedente sezione “Mete ideali in Europa con bimbi piccoli”, alla voce “Svizzera“!
 

2. NORVEGIA 

 
L’avreste mai detto? Eppure noi abbiamo trovato due linee ferroviarie imperdibili in Norvegia, più uniche che rare!
 
La prima è la linea Oslo- Bergen: sei ore in un treno comodo ed elegante che sfreccia tra altopiani innevati, paesini spersi, laghi e vette. Per i bambini il viaggio è volato guardando fuori dal finestrino in un susseguirsi di “ohh”…anche io difficilmente potrò dimenticare quei panorami!
 
Una volta a Bergen, dopo un giorno di sosta, abbiamo optato per il celebre Norway in a Nutshell un tour di un intero giorno tra treno e pullman, poi battello e poi ancora treno. Impareggiabili i panorami dei fiordi, tra questi il Naerofjord è stato anche nominato patrimonio UNESCO. Un tour impegnativo, ma assolutamente fattibile anche con bimbi piccoli, che certo non si annoieranno. Pensate che il pullman aveva persino il seggiolino per il bimbo di due anni come in auto: è stata la prima volta nella nostra vita che ne abbiamo trovato uno!
 
Dopo il battello si sbarca a Flam ai piedi dell’Aurlandsfjord. Qui parte la celebre ferrovia “Flamsbana” che risale fino alla stazione montana di Myrdal, fino a ricollegarsi alla linea principale Oslo – Bergen. La tratta Myrdal – Flam è lunga 20 km ed ha un dislivello di 866 metri, una delle più ripide al mondo con binari a scartamento normale. La Lonely Planet nel 2014 lo ha definito il viaggio in treno più bello del mondo!
 
Qui fiumi impetuosi scavano gole profonde, cascate impetuose scendono dalle rocce, fattorie sperse e troll leggendari salutano i passeggeri nell’unica fermata prevista: davvero un’esperienza che magnetizzerà grandi e piccini. Pensate che il controllore passa e lascia un blocchetto con dei disegni e delle matite ai bambini…come sono avanti in Norvegia?! Qui tutte le info su prezzi e orari di questa linea aperta tutto l’anno! 
 
 
Per consigli e indicazioni su dove alloggiare, mangiare, etc. consultate la precedente sezione “Mete ideali in Europa con bimbi piccoli”, alla voce “Norvegia“!
 
 
 

3. TRA FRANCIA E SPAGNA

 
Il nostro Simone è nato a inizio maggio, a luglio ci sembrava prematuro portarlo già in aereo, o per lunghe distanze in auto. Così abbiamo optato per il treno!
Dalla Liguria abbiamo raggiunto Nimes, in Francia, in auto per accedere subito alla linea ad alta velocità. Lì abbiamo affittato un posto auto in un garage coperto adiacente alla stazione e abbiamo preso il nostro bell’ AVE direttamente per Barcellona. Da Barcellona un treno equiparabile ai nostri regionali veloci ci ha portato, in meno di un’ora e mezza, fino a Tarragona, una piacevole città di mare e dalla storia antica…Imperdibile la cattedrale!
 
Dopo una notte lì abbiamo preso un altro treno per Valencia, raggiunta in meno di 4 ore. Qui abbiamo passato tre notti e tre giorni memorabili, in una delle città più family friendly mai incontrate tra Città delle Arti e della Scienza, Parco Gulliver, etc. Noi siamo tornati indietro perchè i nostri giorni liberi erano finiti. Ma tenete presente che la Spagna sarebbe ancora lunga da girare in treno, facendo rotta verso l’Andalusia o Madrid. I treni AVE sono molto veloci ed efficienti, un livello qualitativo più altro dei Frecciarossa italiani! Per prenotare il treno sul sito Renfe potete trovare supporto qui!
 

DOVE DORMIRE E MANGIARE

 
Tarragona – hotel SB Ciutat de Tarragona. La piccola piscina sulla terrazza panoramica è una chicca.
 
 
Barcellona – non perdere il mio post con le esperienze gastronomiche imperdibili a Barcellona.
 
 
 
 

METE EUROPEE PER ANDARE AL MARE

 

1. GRECIA, PELOPONNESO

 
Come vi dicevo, la prima volta in viaggio in Grecia con bambini, Laura aveva meno di un anno. Abbiamo scelto di volare con Ryanair fino a Kalamata e da lì in un’ora si è già in alcune delle destinazioni più imperdibili di tutto il Peloponneso. Ci hanno stregato la tranquillità e autenticità di posti come Koroni, la Baia di Navarino, etc. 
 
Con bambini piccoli vi consiglio di scegliere la tratta diretta Ryanair Orio al Serio – Kalamata, perchè vi ritroverete già nel Peloponneso, accorciando molto il tragitto in auto.
 
 
Se non avete bimbi piccolissimi e amate gli on the road potete anche prendere un volo diretto dall’Italia per Atene. Da qui noleggiate la macchina e – dopo aver esplorato questa città unica al mondo – partite alla volta di Korinto. Qui una pausa è d’obbligo per visitare il sito archeologico e assaporare l’autentica cucina greca. Proseguite, poi, fino a Kalamata, Koroni e all’esplorazione di tutto il Peloponneso.
 
Per chi ama le isole, nella sezione delle mete mare ideali, vi racconto tutto anche su Creta family friendly!
 

DOVE DORMIRE E MANGIARE

 
Koroni e Kalamata: qui trovate i nostri suggerimenti in questa città.
 

2. CIPRO

 
 Un’isola grande e importante, essendo uno stato a sè. Qui storia millenaria e più recente hanno lasciato segni indelebili: la cortina nella capitale Nicosia – unica capitale al mondo ancora divisa da un check point – ma anche tradizioni nella cultura e gastronomia. Il mare, la natura anche montuosa e i siti archeologici sono impareggiabili.
 
Lo spirito di avventura si impadronirà dei vostri bimbi o ragazzi. Anche visitare la parte turca a Nord è fattibilissimo. Anzi ve lo consiglio perchè si tratta di una zona incontaminata, di una bellezza aspra e selvaggia. Informatevi bene solo per fare l’assicurazione auto necessaria a coprirvi in entrambi i Paesi.
 

DOVE MANGIARE

A Cipro si mangia divinamente bene, in gran parte a base di mezé, e spendendo il giusto!

COME ARRIVARE

Facilmente raggiungibile con volo diretto da Milano o da Roma per Larnaca.

3. CROAZIA E MONTENEGRO

 
No, non ci siamo ancora stati. O meglio siamo stati in Croazia ma non ad esplorare le sue bellissime coste. Ma dal resoconto di tantissimi viaggiatori, anche in famiglia, siamo certi che valga assolutamente la pena visitarle. Mare cristallino, città eleganti, buon livello di servizi e hotel ma anche una cultura autentica e una natura in buona parte ben preservata. Il nostro sogno, dopo Spalato, Dubrovnik e qualche isola croata, sarebbe quello di arrivare fino al Montenegro. Un paese che per qualche anno ancora dovrebbe rimanere autentico e dalla natura incontaminata. 
Puntiamo a visitarlo nel 2021.
 
Nel frattempo qualcuno di voi ci è già stato? O è stato in qualcuna delle altre mete da noi proposte? Raccontateci la vostra esperienza! Oppure a maggior ragione se siete stati in qualche altre meta europea non menzionata qui e adatta ai bambini segnalatecelo nei commenti!!!

SE TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO CONDIVIDILO!

 
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *